Il Ministero della salute a gennaio ha lanciato un allarme consumatori per un giocattolo a forma di portachiavi che non era a norma per l'alto contenuto di ftalati.

Il film di Star Wars arriverà fra un anno e già i giocattoli iniziano ad arrivare però qualcuno se ne approfitta e non produce i giocattoli a norma le foto mostrano oggetti comuni...

 Il giocattolo portachiavi è stato analizzato dall'ASL di Desio Vimercate e il risultato è stato:

Le analisi effettuate dai laboratori dell’Azienda Ospedaliera di Desio e Vimercate, UO Medicina del Lavoro, hanno riscontrato la presenza di DEHP, (sostanza sospettata di nuocere alla fertilità) ) al 21+2 % in peso, tenore ben superiore a quello ammesso - pari al 0,1% - dal Regolamento CE n. 1907/2006 (REACH) modificato dal Regolamento 552/2009 (punto 51 Allegato XVII), sanzionato dall’art. 16 del decreto legislativo 14 settembre 2009 n. 133.

Non ci sono stati incidenti noti ma il Ministero della Salute ha emanato la disposizione:

Disposizione del Ministero della Salute di divieto di commercializzazione, ritiro e richiamo DGPRE prot 1343-P- 15/01/2015, a seguito di campionamento ufficiale eseguito dagli operatori del Comprensorio Sanitario di Bolzano, servizio di Igiene .

Data di entrata in vigore disposizione ministero Salute prot 1343-P-15/01/2015.

Le foto del pupazzo portachiavi sono:

 

Il ministero riporta:

Prodotto: portachiavi STAR WARS

Marca: JOY TOY

Rischio: presenza di ftalati non ammessi

Tipologia: Allarme consumatori

Paese d'origine: Cina

Data notifica: 15/01/2015

LINK:

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_1_3_3_1.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=avvisi&tipo=chimica&id=444

 

Gli ftalati sostanze che hanno degli effetti sulla salute e non capisco come si possano progettare e fabbricare dei prodotti che possono arrivare in mano ai bambini con quelle sostanze:

Gli ftalati sono oggetto di controversia dal 2003; alcuni studi sembrano mostrare che siano in grado di produrre effetti analoghi a quelli degli ormoni estrogeni, causando una femminilizzazione dei neonati maschi e disturbi nello sviluppo dei genitali e nella maturazione dei testicoli.

Studi sui roditori mostrano che un'elevata esposizione agli ftalati provoca danni al fegato, ai reni, ai polmoni ed allo sviluppo dei testicoli, tuttavia, un analogo studio condotto da ricercatori giapponesi su una specie di primati non ha evidenziato effetti a carico dei testicoli (Tomonari et al, The Toxicologist, 2003).

 

Pin It