master online infermieri

hospital pazienteLa presenza di familiari o badanti, al di fuori dell'orario delle visite, deve essere autorizzata dal Direttore di Unità Operativa o dal coordinatore infermieristico (capo sala: ha la responsabilità del buon funzionamento dell'assistenza e osserva le indicazioni fornite dal personale di reparto).

I medici e gli infermieri sono autorizzati a pretendere che i visitatori lascino il reparto al termine dell’orario di visita, se non sono provvisti di permesso per trattenersi fuori orario, o che escano momentaneamente dalle camere per consentire di praticare cure o atti assistenziali ai degenti;

Umanizzare un ospedale significa migliorare la qualità di vita a pazienti e familiari.

Gli infermieri che per ragioni di sicurezza e organizzative devono sapere chi è presente nel reparto nelle ore notturne e qualora vi siano familiari o persone delegate ad attività di sostegno non possono in alcun modo interferire nelle mansioni del personale sanitario, in quanto l’assistenza sanitaria alle persone ricoverate è erogata esclusivamente dal personale medico ed infermieristico della struttura ospedaliera.

E’ per queste motivazioni che la struttura ospedaliera deve fornire un regolamento che tenga traccia di articoli fondamentali come nell’esempio sottostante:

Art. 1

  1. La presenza dei familiari al di fuori degli orari espressamente dedicati per le visite ai pazienti è subordinata al rilascio di specifica autorizzazione secondo modalità stabilite del presente regolamento.
  2. La presenza delle persone delegate all’attività di sostegno al di fuori degli orari espressamente dedicati per le visite ai pazienti è subordinata al rilascio di specifica autorizzazione secondo le modalità stabilite nell’art.3 del presente regolamento.

Art. 2

  1. L’autorizzazione per prestare attività di sostegno da parte di un familiare deve essere obbligatoriamente richiesta al Responsabile dell’Unità operativa di degenza (reparto), con la compilazione del modulo di cui all’allegato 1 (richiesta di permesso di ingresso in ospedale) al presente regolamento.
  2. Per ciascun paziente può essere autorizzata da parte del citato Responsabile o suo delegato, la presenza di un solo familiare per volta.
  3. I familiari autorizzati alla presenza in reparto oltre l’orario di visita, debbono compilare un apposito registro, conservato a cura e sotto la responsabilità della Capo sala di ogni Unità di degenza, dal quale risulti:
  4. a) nome e cognome del familiare che presta assistenza, con l’indicazione del grado di parentela;
  5. b) nominativo del paziente;
  6. c) data e durata della permanenza.
  7. I familiari che prestano attività di sostegno oltre l’orario di visita devono rispettare le disposizioni di cui al presente regolamento.

Art. 3

  1. Al fine di poter prestare attività delegata di sostegno, occorre essere inseriti in apposito elenco istituito ed affisso al pubblico presso la Direzione medica del presidio ospedaliero e nell’atrio d’ingresso del presidio ospedaliero, elenco che viene tenuto costantemente aggiornato (con l’annotazione delle iscrizioni e cancellazioni) a cura del Responsabile dell’Unità operativa.
  2. L’inserimento nell’elenco è subordinato alla presentazione di apposita richiesta corredata della seguente documentazione:
  3. Le persone che prestano attività di sostegno oltre gli orari di visita devono:
  4. a) rispettare scrupolosamente le norme igieniche del reparto;
  5. b) indossare un camice di colore chiaro che non sia bianco;
  6. c) essere munite di un cartellino visibile di riconoscimento, contenente le generalità e la funzione svolta, rilasciato dall’Unità operativa al momento dell’iscrizione nell’elenco;
  7. d) mantenere atteggiamenti improntati al massimo rispetto verso il paziente, gli altri degenti, il personale ed il luogo nel quale operano;
  8. e) rispettare l’assoluto divieto di fumare;
  9. f) rispettare il diritto di riservatezza dei degenti;
  10. g) allontanarsi durante gli interventi sanitari sia medici che infermieristici.

La mancata osservanza del presente regolamento da parte delle persone autorizzate all’attività delegata di supporto dà luogo alla temporanea o definitiva cancellazione dall’elenco di cui agli articoli precedenti, su decisione motivata del Dirigente medico del presidio ospedaliero (Responsabile dell’Unità operativa), a seconda dell’entità della rilevanza delle disposizioni violate.

  1. Decade altresì l’autorizzazione a svolgere l’attività di supporto ai famigliari che non osservano il presente regolamento.
  2. Avverso alla decisione è ammessa opposizione al Direttore generale.

Regolamenti di questo tipo sono presenti in molti ospedali e si contrappongono ad ospedali che hanno reparti ad accesso libero, come infermieri sarebbe utile uno studio qualitativo per comprendere quale modello è il migliore.

 

Pin It
Accedi per commentare