Il rapporto GIMBE sulla sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale evidenzia che almeno 2 euro ogni 10 sono sprecati, ma non basta il rapporto ha un appendice che riporta tutti quei casi in cui si va oltre lo spreco e si parla di frodi e abusi in Sanità.

Solo oltre 50 lo voci identificate in cui si parla di frodi e abusi e il GIMBE ha realizzato una tassonomia creando 9 macrocategorie, l'elenco completo:

1. POLICY-MAKING E GOVERNANCE DEL SISTEMA SANITARIO

Leggi e/o politiche sanitarie concepite e/o applicate in maniera distorta generano un effetto a cascata su tutto il sistema sanitario e influenzano negativamente la salute pubblica.

1.1 Influenze illecite sulle politiche sanitarie (capture of health policy)

1.2 Influenze illecite sulle politiche non sanitarie (resistenza al principio “health in all policies”)

2. REGOLAMENTAZIONE DEL SISTEMA SANITARIO

Le regole finalizzate a proteggere i pazienti dai rischi correlati a servizi e trattamenti sanitari possono essere condizionate da interessi di individui, aziende produttrici o gruppi.

2.1 Approvazione inappropriata di prodotti

2.2 Ispezione inadeguata della qualità dei prodotti e delle buone pratiche di fabbricazione

2.3 Selezione inadeguata di prodotti

2.4 Accreditamento improprio di professionisti sanitari Individui o gruppi approvano le qualifiche di un professionista sanitario in conseguenza di relazioni personali o politiche con il professionista e/o di incentivi irregolari.

2.5 Accreditamento irregolare di strutture sanitarie private

3. RICERCA BIOMEDICA

Fenomeni corruttivi e/o inadeguata gestione dei conflitti di interesse nei processi di pianificazione, conduzione, analisi e reporting della ricerca biomedica, oltre che nel processo di peer review e pubblicazione, determina la distorsione delle conoscenze scientifiche e favorisce l’immissione sul mercato e la promozione di farmaci, dispositivi e altre tecnologie sanitarie in assenza di adeguate prove di efficacia e sicurezza.

3.1 Utilizzo improprio dei fondi assegnati per la ricerca

3.2 Conduzione di studi clinici non autorizzati

3.3 Disegno e conduzione inadeguata di studi clinici

3.4 Pubblicazione e disseminazione distorta di studi clinici

4. MARKETING E PROMOZIONE DI FARMACI, DISPOSITIVI E ALTRE TECNOLOGIE SANITARIE

Fenomeni corruttivi e/o comportamenti opportunistici condizionati da conflitti di interesse contribuiscono al sovra-utilizzo di interventi sanitari inappropriati e non necessari.

4.1 Incentivi irregolari a professionisti sanitari

4.2 Incentivi irregolari a funzionari pubblici

4.3 Incentivi irregolari ad associazioni di pazienti o società scientifiche Associazioni di pazienti o società scientifiche chiedono o accettano regalie e favori da un produttore/fornitore che ottiene il proprio tornaconto.

4.4 Finanziamento condizionante della formazione continua

4.5 Utilizzo improprio di studi post-marketing

4.6 Affermazioni false o fuorvianti su farmaci, dispositivi e altre tecnologie sanitarie

4.7. Modifiche improprie delle soglie di malattia 

4.8 Disease mongering

 

5. ACQUISTO DI BENI E SERVIZI

Fenomeni corruttivi nella gestione degli acquisti determinano l’acquisizione di prodotti, strutture e servizi ancorché obsoleti, rischiosi, inefficaci, oltre a comportare inadempimenti contrattuali.

5.1 Acquisti non necessari 

5.2 Manipolazione dei requisiti della gara d’appalto 

5.3 Selezione preferenziale dell’aggiudicatario 

5.4 Revoca del bando di gara 

5.5 Varianti in corso di esecuzione del contratto 

5.7 Difforme esecuzione delle prestazioni contrattuali 

5.8 Frazionamento artificioso degli incarichi 

5.9 Comodati d’uso, valutazioni in prova e donazioni 

5.10 Valutazioni improprie della fungibilità di beni e servizi 

6. DISTRIBUZIONE E STOCCAGGIO DI PRODOTTI

Durante le fasi di distribuzione e stoccaggio i prodotti originali possono essere rubati e contraffatti; analogamente prodotti con standard di qualità inadeguati possono essere riconfezionati ed introdotti sul mercato.

6.1 Appropriazione indebita di prodotti 

6.2 Immissione sul mercato di prodotti contraffatti o con standard inadeguati 

6.3 Riconfezionamento di prodotti non sterili e scaduti 

7. GESTIONE DELLE RISORSE FINANZIARIE

La sottrazione indebita di risorse destinate direttamente o indirettamente alla sanità riduce la qualità dei servizi sanitari erogati.

7.1 Inadeguata gestione del patrimonio immobiliare 

7.2 Pagamenti “in nero” 

7.3 Evasione dei ticket sanitari per reddito

7.4 Rilascio di false certificazioni 

7.5 Richieste di rimborsi per spese mediche falsificate 

7.6 Mancate cancellazioni di pazienti deceduti o trasferiti 

7.7 Appropriazione indebita e abuso di fondi pubblici

7.8 Appropriazione indebita e abuso di erogazioni liberali 

8. GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

Fenomeni corruttivi nella gestione delle risorse umane ostacolano la valorizzazione del capitale umano nelle organizzazioni sanitarie, influenzando negativamente la qualità dell’assistenza

8.1 Selezione arbitraria di personale per posizioni lavorative e/o promozioni 

8.2. Rimozione arbitraria di personale non desiderato 

8.3. Indebite influenze sulle attività lavorative 

8.4. Assenteismo e/o negligenza 

8.5. Abusivismo 

9. EROGAZIONE DEI SERVIZI SANITARI

Fenomeni corruttivi e/o comportamenti opportunistici nel processo di erogazione dei servizi sanitari influenzano negativamente la qualità dell’assistenza.

9.1 Consulti specialistici e interventi sanitari non necessari

9.2 Utilizzo a fini privati di strutture, attrezzature, prodotti e ore lavorative pubblici

9.3 Favoritismi 

9.4 Erogazione di servizi di qualità inferiore  

9.5 Manipolazione degli indicatori 

9.6 Falsificazione e codifiche opportunistiche della scheda di dimissione ospedaliera 

9.7 Dirottamento dei pazienti verso strutture private 

9.8 Utilizzo improprio dell’attività libero professionale intramuraria (ALPI)

L'elenco dettagliato è disponibile nell'allegato I del 2° Rapporto sulla sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale.. Fondazione GIMBE: Bologna, giugno 2017.

Disponibile a: www.rapportogimbe.it . Ultimo accesso: 01/11/2017 

 

Log in to comment