pubblicità

In ospedale

L'ospedale è un ambiente complesso articolato, dove persone di servizi diversi interagiscono a livelli diversi, dove per realizzare un momento di cura spesso intervengono decine di persone in momenti e luoghi diversi, chi per un istante chi per ore.

Di recente è morto un grande Autore di libri, film, una persona importante per l'Italia ma se la sua vita è stata straordinaria, la sua morte è avvenuta fra ricorsi e speranze di un vivere che forse per poco si chiama vità.

Mettiamo per ipotesi sia un nostro assistito, cardiopatico, soggetto ad infezione multiresistente, allettato da quasi 1 anno, con lesioni da pressione, quindi decede per scompenso multiorgano.

Si nasce e si muore due costanti universali, possiamo solo decidere nel mezzo come vivere, ma alla sanità si può chiedere di non morire? E se si muore la sanità sbaglia sempre?

In ospedale il lavoro dell'equipe di reparto è organizzato sul ricoverato e le sue problematiche, ci sono tantissime persone che ci lavorano, il medico, il coordinatore, l'infermiere, l'oss, l'ausiliario e tante persone e servizi che ruotano attorno al reparto.

Chi si trova ricoverato o chi visita un familiare e vede dell'attività ha voglia di provare ad interagire ma per evitare che questo sia un esperienza inutile è necessario usare alcuni accorgimenti...

pubblicità