Bambino di due anni rischia la vita per le convinzioni dei genitori, com'è possibile?

I genitori di questo bambino di Modena hanno fatto una scelta scioccante, cioè bloccare tutto per le trasfusioni e non sono testimoni di Geova.

Un tempo si diceva che internet ci renderà liberi, ma poi ci siamo scordati che internet gratis non esiste ed è un ambiente commerciale controllato.

Poi sono arrivati i social che ci fanno credere che siamo tutti amici con un click, ma anche quello è un ambiente commerciale che deve fare soldi e ti trattiene creando una bolla attorno alla tua persona mettendoti in contatto solo con chi la pensa come te, rafforzando le tue idee giuste o sbagliate che siano.

Se già ti potrebbe sembrare assurda un'idea del genere non bisogna mai smettere di stupirsi perchè la motivazione che hanno dato al giudice ha dell'incredibile.

Motivi religiosi

Si, proprio così; hanno dichiarato al giudice che non vogliono la trasfusione di sangue da donatori che potrebbero essere vaccinati per motivi religiosi, per cui è si sono in sostanza paragonati ai testimoni di Geova.

Forse il giudice ha faticato a restare serio e a non andare su tutte le furie davanti a ragioni dettate da fantasie create ad arte sui social da una serie di approfittatori. Fortunatametne la decisione è arrivata rapidamente a favore dell'intervento per salvare il bimbo. 

Il giudice ha ritenuto che ci sono le garanzie di assoluta sicurezza nel sangue che verrà trasfuso sia al bambino che a tutte le altre persone in Italia dato che in questo paese vigono normative molto rigorose sul controllo e la sicurezza delle donazioni di sangue.

Come può succedere che alcune persone che svolgono altro nella vita improvvisamente alzano barriere di paura e si lasciano morire?

Sia in questo caso ma anche nel caso della famiglia novax di Enna  https://www.ilfattoquotidiano.it che avevano paura, come loro tanti altri non vanno in pronto soccorso e muoiono in solitudine a casa.

Prima di internet, quando nel paese uno le sparava grosse lo vedevi in faccia, vedevi se scherzava o faceva il furbo e dopo lo conoscevano tutti se era un pallonaro ignorante o se sapeva quel che diceva.

Oggi con i social questo non è oiù possibile, perchè anche il pallonaro ignorante è capace di creare un profilo bello e grazie alle tecnologie intelligenti se scrivi e cerchi informazioni sui gatti troverai tutti gli amici dei gatti, se cerchi conferme alle tue paure troverai solo paura.

La paura per il potere e i soldi

La paura è potente e può riuscire a spostare le masse e  verso la direzione voluta da chi li manovra, le ragioni sono gli interessi economici o politici.

La paura sfocia poi nella criminalità, come gli atti di violenza contro i sindacati o le strutture sanitarie o le truffe perpretate da gruppi criminali che rivendono certificati falsi.

Milioni di persone in preda alla paura  sono sfruttate da persone che anche se non sono direttamente in contatto tutti fra di loro, si controllano a vicenda e cercando di superarsi cercando di instillare sempre più paura.

Purtroppo utilizzare i social, le tecnologie e internet per creare gruppi e siti web mascherati da giornali non sembra essere un reato perseguito in Italia, eppure la gente muore perchè gli è stata instillata la paura, ma in fondo chi resta pagherà un avvocato per qualche causa disperata o un medico per una terapia che non conosce nessuno e i giornali avranno altro su cui scrivere e il mercato della paura crescerà.

 Sitografia: 

Formazione, corsi e FAD gratuiti

Il corso FAD gratuito per infermieri dal titolo "il ruolo dell'ipertensione acuta...
Al Carton Hotel di Bologna il 25 marzo 2024 si è tenuto il congresso dal titolo " il...

Studenti, letture specialistiche

I batteri sono la forma di vita più diffusa sulla terra, si trovano d'appertutto e sono...
Il termine audit deriva dal latino audio e richiama ad un processo di ascolto e...

Concorsi appena pubblicati