annuncio pubblicitario

Avviso per 40 posti infermiere terapia intensiva, Bolzano

Se desideri lavorare in un ambiente moderno e altamente tecnologico con la possibilità di spaziare in vari ambiti professionali e di sviluppare le proprie capacità, sia nel quotidiano della professione che nel lungo periodo. Invia la candidatura online... Leggi tutto l'annuncio

coronavirus casi covid 15 maggioIn Italia la pandemia da coronavirus ha contagiato oltre 25.937 operatori sanitari; il dato è del 15 maggio e pubblicato dall'Istituto Superiore di Sanità (ISS), il numero di positivi è l'11% del totale di positivi della popolazione. Il totale dei positivi al 15 maggio è di 223.095 e i deceduti 29.884.

Il totale dei deceduti per infezione da COVID-19 sono il 13,4% e pensando al numero di operatori sanitari positivi si potrebbe pensare al peggio.

Il motivo è che il 13,4% di 25.937 è 3475 un numero enorme ma probabilmente non ci riguarda, i motivi potrebbero essere ricercati fra i dati stessi pubblicati.

Il primo motivo è l'età, il maggior numero di decessi 95% si è avuto in pazienti di oltre 60 anni.

coronavirus decessi eta

Il secondo motivo è stato pubblicato sul rapporto del 4 maggio sui decessi dove il 96% avevano da una ad oltre 4 patologie presenti.

coronavirus numero malattie decessi

Il numero di casi identificato fra gli operatori sanitari è alto anche perchè c'è uno stretto controllo della medicina del lavoro (negli ospedali) che ad ogni medico, infermiere, OSS che risulti positivo fa i controlli a tutto il personale in servizio ed è possibile identificare più positivi asintomatici rispetto ai controlli sulla popolazione.

Molti casi positivi si sono risolti spontaneamente, per altri c'è stato il ricovero, purtroppo molti fra medici, infermieri e operatori delle ambulanze sono deceduti. La  paura di portare l'infezione a casa per tanti infermieri è diventata una realtà e alcuni non hanno resistito facendo la scelta drammatica di togliersi la vità. 

L'analisi critica dei dati di tanti contagiati sarebbe interessante per comprenderne i motivi e poter fare delle strategie preventive, se sono presenti solo in regioni ad alta esposizione o distribuiti uniformemente, se sono distribuiti in focolai, se c'è una professione più a rischio di altre; sono tante le domande che potrebbero trovare risposta nell'analisi dei dati. 

L'analisi dei dati adesso potrebbe non essere affrontata in modo critico perchè siamo ancora molto coinvolti, sarebbe molto interessante che l'ISS li analizzasse e l'unico ente che ha titolo per fare pressione è FNOPI ed è possibile sperare che lo faccia per trasparenza e rispetto verso gli infermieri che hanno il diritto di sapere.

FNOPI è attiva con il fondo noicongliinfermieri realizzato con le donazioni volontarie per l'assistenza agli infermieri colpiti a vario titolo dalla pandemia del coronavirus. Visita la pagina #noicongliinfermieri dove si può già vedere il regolamento e la modulistica per fare la domanda di un sostegno economico.

 

https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/bollettino/Infografica_15maggio%20ITA.pdf

https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/bollettino/Report-COVID-2019_14_maggio.pdf

 

Accedi per commentare

pubblicità