Il Parkinson, l'origine in una molecola che arriva dall'intestino

elder 1425733Lo si ipotizzava da tempo ma nessuno aveva dimostrato che il percorso era possibile, gli scienziati si erano accorti che una proteina solubile chiamata alfa-sinucleina era implicata nelle malattie neurodegenerative come il Parkinson.

I ricercatori del Johns Hopkins Medicine hanno mostrato con un esperimento su animale che la molecola passava dall'intestino al SNC provocando i sintomi del Parkinson.

 Lo studio ha dato dei risultati incredibili, i ricercatori hanno iniettato la molecola alfa-sinucleina nell'intestino e verificato gli effetti, poi hanno iniettato la molecola alfa-sinucleina  e reciso  il nervo vago e non hanno verificato gli effetti della malattia (sintesi velocissima).

L'articolo corredato di foto e video è stato pubblicato sulla rivista neuron il 26 giugno 2019, "Transneuronal Propagation of Pathologic α-Synuclein from the Gut to the Brain Models Parkinson’s Disease" a cura degli autori, Sangjune Kim, Seung-Hwan Kwon, Tae-In Kam, Valina L. Dawson, Ted M. Dawson, Han Seok Ko.

L'attenzione dei ricercatori sulla "alpha synuclein" è iniziata 20 anni fa ed ha visto ogni anno un crescendo di pubblicazioni  fino ad oltre 1000 articoli nel 2018.

Lo studio conferma che quelle erano ipotesi, ovvero che curanre i sintomi del Parkinson non volesse dire curare la malattia che doveva originare da un sistema diverso secondo un asse microbiota-intestino-cervello.

Il termine "microbioma" si riferisce a tutti i genomi della comunità commensale microbica, ospitata dal nostro corpo. Questo ecosistema, che include batteri, archeobatteri, funghi, protozoi e virus, è definito come il microbiota [  ]. Negli ultimi anni, l'importanza di mantenere un microbiota sano e la sua influenza sulla fisiologia umana ha ricevuto molta attenzione, poiché le variazioni da questo equilibrio sono state collegate a numerose malattie umane, incluse le malattie neurodegenerative. A causa di questa rilevanza, nel 2007, il National Institutes of Health (NIH) ha lanciato il progetto Human Microbiome con lo scopo di identificare e chiarire il ruolo delle specie microbiche commensali nella salute e nelle malattie umane [ ]. Sorprendentemente, questa analisi ha dimostrato che l'intero microbioma include oltre 100 volte il numero di geni rispetto al genoma umano [  ], con un rapporto cellulare di circa 1: 1 ospite microbiota e fino a 1000 specie diverse per individuo [  ]. Tratto da: Microbiome, Parkinson’s Disease and Molecular Mimicry 

La molecola alfa-sinucleina ha delle funzioni fisiologiche, ma una forma modificata si dimostra tossica e causa della malattia (Alpha-Synuclein Pathology and the Role of the Microbiota in Parkinson’s Disease).

Lo studio dei ricercatori del Johns Hopkins Medicine ha osservato come l'alfa-sinucleina modificata risalire lungo i nervi fino a causare i danni al cervello dei topolini, la documentazione dettagliata da un impulso alla ricerca senza precedenti.

La ricerca di base sul Parkinson è imponente e produce qualcosa come 4500 articoli ogni anno, ma le fondamenta per indirizzare la ricerca vengono create anche da singoli studi sperimentali che mostrano i fenomeni fisiopatologici nel loro divenire.

Lo studio Transneuronal Propagation of Pathologic α-Synuclein from the Gut to the Brain Models Parkinson’s Disease è uno studio sperimentale, riproducibile che mostra delle foto e video di quanto affermato, rafforza delle teorie, ne elimina altre e da un incipit a tantissimi argomenti di ricerca, dal rilevare sintomi precocemente o terapie mirate o semplicemente anche un indicazione ad aver cura e rispetto del nostro microbiota. 

Definizioni da wikipedia:

Il microbioma è l'insieme del patrimonio genetico e delle interazioni ambientali della totalità dei microrganismi di un ambiente definito.

Il microbiota umano è l'insieme di microorganismi simbiontici che convivono con l'organismo umano senza danneggiarlo.