alfie evansAlfie Evans, figlio di Kate James e Tom Evans nato nel maggio del 2016 in Inghilterra, se n'è andato il 28 aprile. Era in ospedale da gennaio 2017 perchè non riusciva a respirare in maniera autonoma a causa di una malattia neuronale degenerativa, ancora sconosciuta.

Il bimbo è nato perfettamente sano, poi i genitori si sono accorti che non si comportava come tutti i bimbi, non si mangiava le manine,le teneva chiuse in un pugno, e non provava a sollevare la testa. Lo potarono dai medici tre volte ma ipotizzarono un ritardo nello sviluppo. Però i mesi passavano e il piccolo peggiorava, fino al punto in cui iniziò a piangere senza smettere.

Nel gennaio 2016 i medici dissero ai genitori di Alfie che per lui non c'erano speranze. I genitori si stavano già dando per vinti, avevano il cuore a pezzi ma poi Alfie guarì, e non aveva più bisogno delle macchine per respirare, finchè non incontrò un'altra infezione, e non si è più ripreso. 

Al piccolo venivano dati tantissimi farmaci perchè aveva anche le convulsioni, ma lui rispondeva agli stimoli. I medici vedevano la situazione come irreversibile, una vita attaccata alle macchine, e anche tanti altri la vedevano allo stesso modo, la Corte Inglese ma anche la Corte Europea per i diritti dell'uomo. 

Kate e Tom non hanno perso le speranza e hanno lanciato un appello su Facebook, Alfie's Army Official   "l'esercito di Alfie", perchè lui era un combattente, un guerriero valoroso. Il gruppo ha circa 800.000 membri, ed è stato aperto dai genitori per chiedere un aiuto economico. Nella descrizione della pagina ci sono dei link, dove si trova la storia di Alfie. In questo sito oltre la storia era possibile partecipare ad una petizione per il piccolo guerriero.

 

I genitori avevano chiesto il trasferimento all'ospedale Bambin Gesù di Roma, per tentare il tutto e per tutto. Ma secondo i medici questo poteva mettere a rischio la vita del piccolo. La madre ha replicato più e più volte, perchè staccargli la spina quando ci può essere anche solo una possibilità di salvarlo?

 Ma il trasferimento non gli è stato concesso, il governo italiano gli ha conferito la cittadinanza italiana il 23 aprile 2018, ma non è servito.

 

La malattia di Alfie rimane sconosciuta, ma i medici credevano fosse degeneraiva, e che la situazione del bambino sarebee solo potuta peggiorare, quindi hanno deciso che non c'era più niente da fare, gli avvocati dell' ospedale si sono rivolti alla Corte Suprema, per staccare definitivamente i macchinari che tenevao in vita il piccolo Alfie. 

 La giustizia inglese ha deciso che non c'era più ninete da fare. Il 20 febbraio 2018 arriva la sentenza definitiva della  Corte d'appello Inglese e ha stabilito di agire nel "miglior interesse" di Alfie togliendolo dai respiratori che lo tenevano in vita.

La mamma e il papà Kate James e Tom Evans, hanno dovuto fare ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, ma il caso è stato respinto.

 

Secondo alcuni medici il bimbo sarebbe potuto tornare a casa con una tracheotomia e un sondino. I medici e gli infermieri, hanno continuato a lavorare al meglio per tutti i pazienti dell'ospedale inglese.

 

Ad Alfie era stata data la cittadinanza italiana e sia l'Ospedale Bambin Gesù, in Vaticano che il Gaslini di Genova erano pronti ad accoglierlo e a dargli le cure necessarie. Ma non ha potuto lasciare l'ospedale di Liverpool. 

 

I genitori hanno provato a far vedere ai giudici che Alfie era una bambino come tutti, ma loro hanno replicato che si dovevano attenere solamente a quello che è scritto nei certificati medici.

Forse un giorno la battaglia di Alfie sarà utile ad altri bambini.

 

Per saperne di più:

L'articolo con sentenza corte inglese:

 https://www.lifesitenews.com/news/breaking-uk-supreme-court-denies-alfie-evans-appeal-ventilator-to-be-remove

Il life site 

https://www.lifesitenews.com/

https://www.lifesitenews.com/tags/tag/alfie+evans

 

Storia di alfie e petizione:

https://www.change.org/p/we-demand-alder-hey-to-release-alfie-evans-to-a-hospital-of-his-parents-choice

 

Pin It
Accedi per commentare