associazione mayall progetto che gli infermieri di famiglia varesini, riuniti nell'associazione Maya "Salute è Benessere", nasce dall'idea/necessità che è sorta dalla consapevolezza che una soluzione ad alcuni problemi delle famiglie i loro caregiver può essere trovata attraverso la formazione.

L'Associazione ha deciso di partecipare al bando aperto da AVIVA che è riservato ad enti senza scopo di lucro, con un tema scottante e impegnativo riguardante la formazione dei caregiver con corsi di 14 ore ciascuno, alla luce delle nuove e più recenti politiche di welfare che vedono l'ammalato e la sua famiglia al centro di specifiche attenzioni.

 

Scottante perché spesso la famiglia è chiamata a coadiuvare il processo di cura pur nonostante gli esigui mezzi a disposizione (conoscenze, economici, di lavoro), non ne agevolino il processo.

Impegnativo da parte nostra per via non solo dell'adeguata comunicazione che si dovrà utilizzare nei confronti di un preciso target di partecipanti (familiare e/o badante) ma anche per la strutturazione del percorso stesso.

Non ci siamo voluti fermare alla sola somministrazione di concetti. In collaborazione con CITTADINANZATTIVA (Tribunale per i diritti dell'ammalato) si renderà edotta la platea riguardo tutti i servizi gratuiti presenti sul territorio dai quali si può attingere per perfezionare un piano di assistenza (troppo spesso sconosciuti ai più) e col patrocinio del comune si contribuirà a creare occupazione perché le badanti formate, potranno iscriversi nell'apposito registro degli "assistenti familiari" del centro per l'impiego.

Personalmente ritengo che un'attività di questo tipo sia la proteosi della funzione di "collante" dell'infermiere di famiglia nonché di adeguato e consono "management del territorio" che l'esperienza di 7 anni in prima linea ci ha fatto maturare.

La nostra associazione persegue i seguenti scopi:

• la divulgazione della conoscenza dei fondamenti del benessere psicofisico al fine di promuovere la consapevole gestione della salute, offrendo una visione critica ed integrata dei diversi mezzi di cura disponibili;

• la realizzazione di attività di ricerca clinica e sperimentale in campo biomedico e di sanita pubblica e privata;

• la sensibilizzazione e la promozione dei rapporti umani e l’educazione alla socialità ed alla salute per assicurare ai soggetti ed alle famiglie un sistema integrato di interventi e di azioni per garantire la qualità della vita, pari opportunità, indiscriminazione e diritti di cittadinanza;

• la riduzione delle condizioni di bisogno individuale e familiare derivanti da inadeguatezza di reddito difficoltà sociali e condizioni di non autonomia;

• la tutela dei diritti e degli interessi dell’ammalato con particolare riferimento all’approvvigionamento di ausili necessari alla sua condizione;

• l’offerta di opportunità di impiego di aggregazione e crescita culturale sia individuale che di gruppo nell’intento di realizzare opere e strumenti di divulgazione di informazioni socio sanitarie;

• lo studio la realizzazione e la gestione di attività formative e di orientamento;

 

Questi obiettivi sono poi diffusi in modo capillare tramite i Nuclei Territoriali presenti in Italia.

Aiutaci con il tuo voto

Il nostro progetto partecipa alla competizione Aviva Community Fund che ci offre la possibilità di realizzare il progetto di cui beneficeranno circa 350 famiglie italiane 'gratuitamente'.

Il tuo voto è indispensabile per accedere alla finale dove una giuria stabilirà il vincitore per assegnare all'associazione una delle 10 donazioni previste.

L'Infermiere di Famiglia forma i Caregiver", registrati e votaci con 10 punti al seguente link:
https://community-fund-italia.aviva.com/voting/progetto/schedaprogetto/30-201 

 

Quando un semplice gesto, può cambiare una vita...

 

Maria Rosa Genio

 

associazione vota community