emergency hospitalLa storia di Katie Dutton inizia quando era ancora una studentessa di infermieristica, ha iniziato il suo percorso con la speranza di aumentare la consapevolezza della sepsi.

Dopo essere stata ricoverata per un'infezione renale, Katie ha sviluppato una sepsi dopo che la linea endovenosa si era infettata.

La sepsi spesso non viene riconosciuta perché i sintomi si sviluppano così rapidamente e sono spesso confusi con condizioni meno gravi, e nel caso di Katie i medici inizialmente non sono riusciti a individuare le sue condizioni e gli effetti furono devastanti e i pensieri vanno ai ricordi:

"L'ultima cosa che ricordo era aspettare in un teatro pensando che sarei morta."

"La mia famiglia al mio capezzale in terapia intensiva."

Ai suoi genitori fu detto che aveva poche speranze di sopravvivenza, ma lei riuscì a riprendersi completamente.

Come risultato di questa esperienza, la 27enne Katie ha deciso di cambiare carriera per aumentare la consapevolezza degli infermieri sulla sepsi e quindi salvare vite umane.

L'anno scorso (2017) ha iniziato la formazione come infermiera alla De Montfort University, Leicester, UK (DMU).

"Ero decisa a non lasciare che questo mi tirasse giù e farne un esempio, volevo assicurarmi di ridurre il numero di casi di sepsi. Volevo aiutare a impedire che succedesse ad altri pazienti, e spero che ispiri gli infermieri a leggere davvero sulla sepsi e ad averla in prima linea nella loro mente ", lo spirito e la determinazione di Katie l'hanno aiutata.

Katie non ha tardato ad andare avanti con la sua missione e, insieme a un'amica Kylie-Ann Johnson, ha iniziato a organizzare una giornata di sensibilizzazione sulla sepsi alla DMU per gennaio 2018.

Il team di emergenza A & E della Leicester Royal Infirmary ha dato un supporto e alla fine del giorno più di 100 studenti sono stati addestrati come "Sepsis Champions" per individuare i segni di questa complicanza potenzialmente fatale e i passi che potevano compiere per accelerare la diagnosi.

Mentre avevano pianificato l'evento solo per il loro gruppo di studenti c'erano così tante applicazioni e argomenti che un secondo giorno di corso era già in programma. Sperano anche di renderlo un evento fisso presso la DMU.

Katie dal suo account Twitter, parlerà anche dell'insegnamento della sepsi per gli studenti infermieri in un importante Congresso sulla sicurezza dei pazienti a luglio.

La sepsi si sviluppa quando il corpo ha una risposta infiammatoria sistemica a un'infezione esistente.

I segni includono:

febbre alta

brividi,

linguaggio confuso

confusione mentale,

dolore muscolare,

polso e respiro rapidi,

ipotensione e diminuzione della produzione urinaria.

 

L'incidenza esatta della sepsi è sconosciuta poiché la maggior parte dei decessi è stata segnalata in termini di infezione originale del paziente. Si stima che in tutto il mondo ci siano circa 30 milioni di episodi di sepsi all'anno e circa sei milioni di morti  e l'incidenza sembra essere in aumento.

Tuttavia, vi è una mancanza di consapevolezza circa la condizione tra il pubblico, gli operatori sanitari e i responsabili delle politiche che hanno come risultato che il trattamento ritardato è una delle principali cause di morte e disabilità prevenibili.

Questa situazione ha spinto l'Assemblea Mondiale della Sanità ad adottare una risoluzione nel 2017, esortando gli stati membri a intraprendere azioni specifiche per ridurre l'onere della sepsi attraverso una migliore prevenzione, diagnosi e gestione della condizione.

Anche il solo "Incoraggiare i pazienti, i parenti e gli operatori sanitari a chiedersi" Potrebbe essere una sepsi? è un passo, una domanda che potrebbe "Salvare una vita."

Pin It
Accedi per commentare