Nell'ultimo numero della rivista "L'infermiere" il n.3 2016 è stato pubblicato uno studio sugli effetti dei turni di 12 ore. Lo studio è una revisione narrativa, non so se qualche azienda sanitaria italiana autorizzerebbe una ricerca del genere. I risultati dello studio del collega Diamante Iavarone riporta dei risultati interessanti per quanto siano allarmanti.

Gli studi analizzati confrontano un organizzazione per turni di 12 ore verso i turni di 8 ore.

Le conclusioni di questo studio riassumono quelli che sono i risultati di studi internazionali e come dire, riportano quella che è l'esperienza quotidiana di molti colleghi.

Un breve lista degli effetti di un organizzazione degli infermieri con turni di ore:

- sviluppare burnout (biologico, psicologico e sociale),

- commettere maggiori errori terapeutici dovuti all’eccessivo affaticamento,

- avere un peggioramento dell’attenzione,

- avere un peggioramento della vigilanza,

- avere un calo delle capacità professionali,

- avere una riduzione della qualità del sonno,

- avere un aumento dei tassi di malattia.

Gli effetti dei turni di 12 ore si trovano sia nella qualità dell'assistenza ma anche nella qualità di vita degli operatori, chi si trova nella posizione di dover organizzare la turnistica del reparto dovrebbe leggere questo studio.

Molto bella la chiusura dell'articolo, che riporto:

La soddisfazione del cliente deve essere accompagnata dalla soddisfazione dell’operatore.

(cit.Diamante Iavarone, Infermiere, Azienda socio sanitaria territoriale Nord di Milano, sede di Sesto San Giovanni)

Ripropongo l'indice del numero 3 della rivista "L'infermiere" ha degli articoli molto interessanti.

 

Dallo scaffale sono stato incuirosito dal libreo sulla ricerca qualitativa che su amazon si trova a 16 euro (LINK)

 

Pin It