banner320X100

Offerta lavoro in Germania, Esperti o neolaureati

Pauline Cafferkey è un infermiera scozzese che aveva contratto l'ebola in Sierra Leone, curata e dichiarata guarita lo scorso mese aveva avuto una ricaduta.

Una meningite causata dall'ebola, adesso sta meglio ed è tornata a casa superando per la seconda volta uno dei virus più letali del pianeta.

 L'ebola è uno dei tanti virus che causano febbri emorragiche solo che ha una mortalità altissima che arriva al 50%.

Durante l'Estate ci hanno detto di stare tranquilli come se le fonti ufficiali sapessero tutto di questa malattia, le informazioni fornite erano del tipo state calmi non è nulla.

Però in Africa morivano a migliaia.

Però si vedeva l'impiego di dispositivi di protezione da fantascienza da reparto malattie infettive.

Per fortuna gli operatori che sono stati contagiati e si sono ammalati si sono ripresi e alcuni hanno ripreso la loro attività sul campo.

Una malattia sconfitta dalla nostra medicina moderna, però la ricaduta della collega scozzese mostra che invece c'è ancora molto da scoprire di un virus che si può annidare e riapparire nella stessa persona dichiarata guarita.

Oggi c'è da essere sereni per la collega  Pauline Cafferkey ma non bisogna mollare sulla necessità di sviluppare un vaccino sicuro.

 

pauline cafferkey with two medical staff

Pin It