Le leggi di Murphy per gli infermieri esistono?

quelle situzioni che non capisci perchè ma accadono e sembrano uno scherzo, ma non riusciamo a farci nulla, quasi dei paradossi pseudo-scientifici a carattere ironico e caricaturale, delle nostre giornate di lavoro.

 


Le urgenze più serie capitano sempre 5 minuti prima della fine del turno.


Le urgenze più serie arrivano tutte insieme quando hai una giornata d'infermo.


Tutte le volte che lavori di corsa non se ne accorge nessuno, appena ti fermi 5 minuti tutti ti guardano.


Ogni volta che hai un problema e ti sembra insuperabile e poco dopo scopri che la soluzione è la più semplice.


Arrivi dal paziente più lontano dalla guardiola e gli devi dare 4 pillole ma ne hai solo 3.
Ci sono dei giorni dove il miglior lavoro della giornata è proprio, dare le consegne di fine turno.


La volta che vuoi fare dei turni extra te li cancellano e quando pensi ad un fine settimana libero ti danno un turno extra.


Il coordinatore ti parla di turni e ti sorride allora tu sei molto, molto spaventato.

Se fai le cose migliori nessuno è presente, quando sbagli tutti ti guardano.


Se ti prude il naso è la volta che hai i guanti contaminati

 


Se di notte ordini una pizza appena arriva tutti iniziano a suonare il campanello.


L'assurdità di un suggerimento è direttamente proporzionale alla distanza dal letto del paziente.

Ogni che fai qualcosa hai sempre una critica uguale e contraria.


Stai per finire il turno e sei l'unico disponibile per andare con il chirurgo a medicare tutti i pazienti.


Il paziente che suona più spesso il campanello è quello più lontano.


Il paziente è improvvisamente ipoteso...e non ha un accesso venoso.


Vai a fare un prelievo urgente... e quando stai lavorando ti riordi che il paziente è hcv.


 

Altre idee?

Accedi per commentare