infermieri olandaEMTG sta selezionando 17 infermieri per gli istituti di cura olandesi:  Corso di lingua gratuito e stipendio a partire da 41.500 euro/annui, invia il tuo CV aggiornato in lingua inglese e lettera di motivazione all’indirizzo: recruitment@emtg.it leggi l'annuncio di lavoro.

mascherina brufoliIndossare una maschera è una delle misure più efficaci nel combattere la diffusione del virus: una maschera convenzionale, se utilizzata correttamente, può ridurre il rischio di trasmissione fino al 95 %.

Ma accade così che la sua presenza costante sul viso influisca negativamente sulla condizione della nostra pelle: sul mento makeup.it/brand/400409/ compaiono acne e desquamazione, crepe agli angoli della bocca e punti neri.  

Oggi, insieme agli esperti di La Roche Posay scopriamo come il contatto con la maschera influisce sulla pelle e cosa fare per mantenere non solo la salute, ma anche la bellezza.

In che modo la maschera può peggiorare le condizioni della pelle?

In primo luogo, la nostra epidermide soffre di stress meccanico (cioè attrito della pelle contro il materiale) nei punti in cui la maschera viene a contatto con la pelle e la sfrega. Il ponte del naso e la parte inferiore del viso ottengono il massimo: l'acne appare sul mento e sugli zigomi.

In secondo luogo, sotto la maschera si forma un ambiente caldo e umido (una sorta di "effetto serra") e queste sono le condizioni ideali per la riproduzione attiva dei batteri. Inoltre, è sufficiente sudare un po' sotto la mascherina per modificare il livello di acidità della pelle, che porta a uno squilibrio: i batteri "cattivi" iniziano a spiazzare quelli "buoni". Di conseguenza, sulla nostra pelle appare la “Maskne” (la nuova parola del 2020, formata dalla combinazione di maschera + acne).

 macherina volto

 

Come prevenire l'acne?

Un'igiene accurata è sempre la scelta migliore e in tempi di pandemia è fondamentale. Se indossi una maschera di stoffa, lavala tutti i giorni! E se usa e getta, prova a cambiarla il più spesso possibile, o lascia che almeno arieggi tra gli usi.

Inoltre i dermatologi consigliano di non esagerare con i trattamenti termali domiciliari e con le maschere, scrub e tonici. Una cura della pelle eccessiva e "ipertrofica" può ora compromettere la barriera protettiva naturale. Ma puoi rafforzare la difesa dell'epidermide con l'aiuto di detergenti viso delicati, creme con ceramidi e tonici a base salicilica.

Cerca di truccarti meno: cipria e fondotinta stressano la pelle. Cerca prodotti con una consistenza leggera e cerca ingredienti sebo-regolatori come la niacinamide. È importante pulire la pelle spesso, ma con prodotti leggeri a pH neutro in modo che la pelle stessa non perda le sue funzioni protettive. In alternativa, puoi utilizzare prodotti con protezione SPF: creano un film traspirante che può proteggere ulteriormente la pelle dalla comparsa di brufoli sul mento.

 

mascherina selfie 

Come curare l'acne del mento? Analisi dei componenti attivi

 

In generale, i trattamenti per la “maskne”, non sono così diversi da quelli consigliati dai dermatologi per curare l'acne comune. Per sbarazzarti, usa cheratolitici (retinoidi, acido salicilico e glicolico). Applicare la sera i prodotti con questi ingredienti in quelle zone della pelle che richiedono cure particolari, in uno strato sottile.

 

Se l'infiammazione e l'irritazione sono già comparse, vale la pena aggiungere detergenti con ingredienti antinfiammatori e lenitivi (ad esempio, perossido di benzoile, olio dell'albero del tè, estratto di camomilla) alla tua cura quotidiana.

Più volte alla settimana sarà utile utilizzare esfolianti delicati - rimuovono le cellule morte dalla superficie della pelle e prevengono la comparsa di nuove infiammazioni. Le infiammazioni stesse possono essere trattate con agenti spot-on: cerotti, unguenti e lozioni.

Puoi usare cosmetici medicinali con zolfo o zinco. Metodo di applicazione - puntuale, sugli elementi infiammati. Presta attenzione all'acido azelaico: aiuterà a far fronte a una grave infiammazione. Per l'acne sottocutanea profonda, i prodotti contenenti perossido di benzoile sono perfetti. I prodotti che contengono estratto di liquirizia o un suo principio attivo - acido glicirrizico e suoi sali - aiutano a lenire gli elementi infiammatori.

 

Anche i cerotti possono essere applicati alle aree in cui si verificano regolarmente irritazioni e danni prima di uscire di casa: creeranno una barriera tra la maschera e la pelle e ammorbidiranno l'attrito. Monitorare attentamente l'idratazione della pelle: in questo modo sarà più facile far fronte alle avversità della maschera. Puoi scegliere una crema idratante con ingredienti antinfiammatori. Ad esempio, con la niacinamide, ricostruisce la barriera cutanea favorendo la produzione di ceramidi, proteine ​​che trattengono l'acqua nella pelle.

Anche se non possiamo “annullare” l'uso di maschere protettive, possiamo adattare la nostra routine di cura per avere una carnagione bella e sana !!!

 

Pin It
Accedi per commentare

infermieri olandaEMTG sta selezionando 17 infermieri per gli istituti di cura olandesi:

Corso di lingua gratuito e stipendio a partire da 41.500 euro/annui, invia il tuo CV aggiornato in lingua inglese e lettera di motivazione all’indirizzo: recruitment@emtg.it leggi l'annuncio di lavoro.