AIR corso 2017Jesi (AN) 28-29 settembre 2017, la società AIR ha realizzato un corso teorico pratico di 2 giorni. L'evento è gratuito e accreditato per 13,6 crediti ECM per infermieri.

La descrizione del corso riporta:

Quando un paziente si rivolge al reumatologo porta con sé un carico di problemi, aspettative, bisogni, che devono essere accuratamente inquadrati e gestiti per poter realizzare un efficace percorso assistenziale, adeguatamente personalizzato, che sia in linea con la tanto acclamata, ma troppo spesso non realizzata “medicina centrata sul paziente”.

L’analisi tecnica dei problemi rientra tra i compiti del medico, anche se l’infermiere con specifiche competenze in ambito reumatologico può ormai, a pieno titolo, affiancarsi allo specialista nella acquisizione e nella elaborazione dei dati clinici e dei parametri clinimetrici.

Un compito tanto importante quanto delicato dell’infermiere è invece quello dell’analisi dei bisogni e delle aspettative dei pazienti. Se il percorso assistenziale sarà orientato prevalentemente ad affrontare le sole problematiche cliniche, non dedicando la necessaria attenzione a dare la giusta risposta ai bisogni ed alle aspettative individuali, la percezione della qualità e della efficacia del percorso attuato, non potrà che essere negativa.

Gestire adeguatamente i bisogni e le aspettative dei pazienti può non sempre risultare agevole.

L’infermiere deve essere molto abile nell’attuare una giusta sintonia di comunicazione, tenendo conto di una ampia serie di variabili quali età, livello socio-culturale, gravità della malattia, pregiudizi e fobie.

 

Queste abilità, che l’infermiere deve possedere, non possono essere improvvisate.

È necessario un percorso formativo ben strutturato per poter acquisire le qualità necessarie per gestire questo complesso percorso. Una volta attuato un efficace imprinting relazionale si dovrà attuare un programma di patient education, che porti il paziente ad acquisire piena consapevolezza della natura dei problemi che sta affrontando, della loro possibile evoluzione nel tempo, nonché dei vantaggi e dei limiti della terapia che dovrà essere impostata. Anche in questo caso l’approccio non potrà che essere personalizzato, tenendo conto di pregiudizi e fobie che, se non tempestivamente individuati, possono influire negativamente sulla compliance, sulla aderenza alla terapia e, quindi, sui risultati della stessa.

Questi ed altri temi di rilevante valore (consenso informato, health literacy, educazione terapeutica, comunicazione del rischio) saranno oggetto di approfondimento specifico del corso AIR 2017.

La formula del corso sarà prevalentemente incentrata sulla interazione docente-discente per poter adeguatamente rispondere agli specifici bisogni formativi.

 

Scarica il programma

La pagina web del corso (LINK) è necessario registrarsi sul sito e poi si fa la registrazione (posti limitati).

Log in to comment