Salute

L'attenzione alla salute del proprio assistito è una priorità per l'infermiere, ci sono diversi ambiti in cui intervenire.

L'infermiere può raccontare il proprio punto di vista sulla salute nei diversi ambiti, ne vediamo alcuni...

 

Le proiezioni epidemiologiche diffuse negli ultimi anni dal più autorevole elaborato annuale sulla malattia di Alzheimer (l’Alzheimer’s Disease World Report) non lasciano molto spazio a diverse interpretazioni circa l’importanza sempre crescente dell’Alzheimer sulla scena clinica, sociale ed economico-sanitaria.

E se è vero che l’Alzheimer sarà la malattia del futuro, pare sempre più evidente come sia necessario allearsi con questo futuro. Perché se da un lato gli sforzi della ricerca biotecnologica per prevenire, limitare e curare la malattia stanno incassando importanti risultati di prospettiva, le sfide per chi oggi assiste una persona già affetta da Alzheimer sono complesse, concrete, sfiancanti.

La tesi che andrò a trattare riguarda un campo sanitario spesso sottovalutato e poco conosciuto, oggetto di nozioni qualunquistiche e svariati pregiudizi sia in generale da parte della società, sia nello specifico dagli operatori sanitari, ossia la Psichiatria.

Tratto dalla Tesi di Valentina Gieco, relatore Dott.ssa Federica Marini e Dott.ssa Emma Giannelli.

Capitolo 1. In questo capitolo si procederà all’inquadramento del problema attraverso la definizione e descrizione dei vari tipi di stigma e delle conseguenze dello stesso sulla vita delle persone affette da patologie psichiatriche.

Il convegno internazionale è disribuito su 2 giornate, il tema è impegnativo, il titolo "Convegno Internazionale di Suicidologia e Salute Pubblica - Giornata Mondiale per la Prevenzione del Suicidio 2017".

L'evento è distribuito su due giornate, è accreditato ECM per gli infermieri ed eroga 11 crediti ECM, l'iscrizione online è limitata.

Quando un collega si suicida è un dramma che non sappiamo, non possiamo o non vogliamo affrontare, perchè fa male, perchè siamo impotenti.

Purtroppo è già successo, non possiamo più farci nulla, forse non accadrà più, in fondo non è colpa mia, quando ti capita che un collega scompare prematuramente fa male, ma siamo infermieri e sappiamo nascondere il dolore. Non tutti allo stesso modo.

neonato batterio killerLe indagini sono in corso e quindi è ragionevole non saltare alle conclusioni, tutti riportano le stesse notizie, un'infermiera si assenta 15 minuti, affida il neonato alla collega, torna e il neonato dopo poco va in arresto respiratorio.

I giornali riportano dichiarazioni che hanno dell'incredibile, il medico che abdica e dice fate come detto dall'infermiera, le colleghe che accusano l'infermiera, come a voler nascondere altro.

Tutti impegnati a seguire le lucciole, belle ma effimere, nessuno si accorge che adesso siamo al buio, si parla di omeopatia che non cura, eppure non viola nessuna linea guida, per il semplice fatto che non ce ne sono più.

Si è così, tutta, la produzione di linee guida nazionali è stata cancellata, resettata dalla legge Gelli, il sito SNLG è stato cancellato, in un internet dove la divulgazione è rapida anche scomparire nel silenzio di tutti,basta un attimo. Siamo tornati indietro di 50 anni?

AIR corso 2017Jesi (AN) 28-29 settembre 2017, la società AIR ha realizzato un corso teorico pratico di 2 giorni. L'evento è gratuito e accreditato per 13,6 crediti ECM per infermieri.

La descrizione del corso riporta:

Pubblicata sul sito AGENAS il primo documento dopo la legge Gelli che ha cancellato anni di lavoro e ricerca, il documento affronta un tema importante le complicanze in gravidanza. Il titolo "Linee di indirizzo clinico-organizzative per la prevenzione delle complicanze in gravidanza" .

Il nuovo documento rispetta i nuovi standard ed ha visto la partecipazione di decine di società scientifiche e ha coinvolto quasi un centinaio di persone. Si affrontano complicanze importanti...

Raccontare una professione come la nostra che ogni giorno è così vicino alle emozioni, alla sofferenza, al futturo ai problemi profondi della vita che inizia e finisce, non è semplice.

Poi essere infermiere non implica di essere scrittori o narratori, però comunicare, esprimere, ascoltare è il nostro punto di forza, ma quando farlo e se non si è portato che fare? 
E' possibile imparare?

Aggiornata la lista, c'è il file excel scaricabile. Pubblicata la lista degli ammessi alla prova scritta del concorso dell'11 luglio, la preselezione è stata effettuata la lista mostra oltre 3000 partecipanti ridotti a poco più di 2500.

Guardando i risultati non è stato semplice, su 45 domande, nessuno ha fatto il 100% di risposte, la lista pubblicata presenta un errore di formattazione divertente, la collega Giorgia Francesca è stata ripresa nel formate della tabella ed è nella prima riga di tutte le pagine.

Sottocategorie

Non è un controsenso parlare di salute in ospedale proprio perchè in ospedale ci sono le persone più fragili.

Attenzioni per la sicurezza o riduzione dei rischi per la salute, nei casi più seri li indichiamo come [Alert]

Gli infermieri sono una realtà sempre più dinamica, cambiare rapidamente si, però perchè non raccontare le novità che verranno, la salute vista dal punto di vista degli infermieri.

Le malattie raccontate in modo semplice.