PICC

Il PICC è l'abbrevizione di, peripherally inserted central catheter, ci sono due traduzioni utilizzate frequentemente, catetere centrale ad inserzione periferica o catetere centrale inserito perifericalmente.

In entrambi i casi il PICC è un catetere che entra da una vena periferica e ha l'apice in prossimità della vena cava superiore. Il PICC offre le stesse prestazioni di un CVC.

Il PICC ha avuto un esordio contrastato a causa della mancanza di dati e di analisi approfondite, in Italia dal 2003 ha conosciuto una crescita continua grazie alla preziosa attività di divulgazione del GAVECELT.

Lo sviluppo della tecnica del impianto e gestione del PICC si è modificata da tecnica mista che vedeva medico e infermiere a tecnica di impianto a gestione infermieristica.

Il PICC ha un impianto variabile, con un approccio tecnologico di base se l'inserzione avviene dalla cubitale mediana all'utilizzo di un ecografo da parte di un infermiere per reperire l'accesso venoso dal bicipite.

In queste news brevi riflessioni e suggerimenti.

Torna alla lista tags e scorri per trovare quello che preferisci.

  • L'impianto del PICC ha avuto uno sviluppo importante negli ultimi 10 anni, dalla valutazione a occhio della risalita dove si diceva al paziente "giri il collo"... e speriamo bene, fino ad oggi con una valutazione istantanea.

    Questo è possibile grazie a BARD e al suo dispositivo, SherLock 3CG che ha attirato l'attenzione del NICE, un organismo indipendente incaricato di promuovere l'eccellenza in sanità...

  • L'associazione AIDA (Assistenza Infermieristica Domiciliare Ambulatoriale) sta crescendo nel panorama del territorio siciliano,.

    AIDA ha un impegno costante nello sviluppo di nuove idee e corsi di aggiornamento come l'impianto ecoguidato del PICC, quindi ho proposto un intervista a  Manna Giuseppe e Flavio Ghibaudo.

  • Il gruppo accessi venosi centrali a lungo termine (GAVeCeLT) fa ricerca per migliorare le conoscenze sugli accessi venosi ma anche divulgazione.

    Il canale youtube ospita decine di video che spaziono dall'inserimento del CVC alla gestione.

  • Perchè parlare di accessi venosi?

    Perchè è un problema che prima o poi riguarderà la stragrande maggioranza dei cittadini, nel senso che a tutti può capitare di essere ricoverato per una patologia che richiede un accesso venoso di un qualche tipo per pochi giorni o una settimana o più...

  •  

    Il sito nasce da un esigenza molto sentita di organizzare e certificare le competenze e le abilità dell'infermiere esperto in terapie endovenose e impianto del PICC.

  • La medicazione del PICC è un elemento determinante per la durata del PICC, altri determinanti sono la tecnica di inserzione, la posizione e l'utente/paziente su cui viene applicato.

    La medicazione ha dei principi semplici, ma non sempre facili da applicare visto che le braccia non sono tutte uguali, ma con una breve ricerca di immagini su internet si trovano tante idee...

  • Il PICC è un CVC la cui diffusione ha avuto una crescita a partire dagli anni 90 con l'impianto dalla cubitale mediana le complicanze frequenti ma modeste non ne hanno impedito la diffusione.

    La necessità di CVC ha quindi portato ad approfondimenti, alla realizzazione di PICC team e forse a nuove complicanze.

  • Il titolo dice già molto, il corso si tiene a Roma il 30 e il 31 maggio 2014.

     

    Il corso teorico-pratico è organizzato dalla Terapia Intensiva Pediatrica dell’Ospedale Universitario 'A.Gemelli' di Roma, in collaborazione con GAVeCeLT (Gruppo Accessi Venosi Centrali a Lungo Termine - www.gavecelt.info). Un corso altamente specialistico con esercitazioni pratiche...

  • Il PICC è un CVC che ha avuto un inizio un poco contrastato a causa delle complicanze post inserzione, nulla di grave, autorimozioni e flebiti periferiche, raramente crbsi.

    Adesso anche se la tecnica di impianto può essere impeccabile, grazie ad una scelta a priori o ad un uso della tecnica di impianto ecoguidata, resta sempre l'incognita di quel 10% di complicanze che occorrono nel primo mese. quindi lo studio di soluzioni di medicazioni avanzate come il BioPatch e ilBioSeal...

  • piccIl PICC ha una storia di oltre 15 anni in Italia, nel 2002 ho avuto modo di iniziare a valutare questo CVC dati alla mano, per merito di un corso sulla ricerca infermieristica, per i 2 anni successivi mi sono dedicato ad approfondire la conoscenza di questo presidio.

    Rimetto scaricabili alcuni documenti che avevo tolto dai downloads e altri nuovi...

  • Dal 4 al 7 dicembre 2013 a torino si terranno numerosi eventi dedicati al PICC.

    IL 4 c'è il corso Ecoguidato, il 5 VII PICC Day una giornata monotematica, il 6 e il 7 il congresso del GAVeCeLT, una 4 giornate incentrata sull'accesso venoso centrale che in questi anni è andato progressivamente in uso.

    Le giorante hanno un board scientifico che è il massimo in Italia un associazione scientifica che fa pubblicazioni e divulgazione di altissimo livello da oltre 10 anni...

  • Il PICC è un catetere venoso centrale ad inserzione periferica, la tecnica di impianto ha subito delle modifiche negli ultimi 10 anni.

    Gli elementi che hanno contribuito al mutare della tecnica nel tempo sono stati, le conoscenze sulle complicanze, la disponibilità di infermieri che ne hanno contribuito alla diffusione e molto importanti le possibilità tecnologiche che vengono messe a disposizione.

     

  • Il PICC è un catetere venoso centrale che ha come caratteristica l'impianto da un accesso venoso periferico. La tecnica è in continua evoluzione e se 15 anni fa si utilizzava la piega cubitale mediana oggi attraverso l'utilizzo di apparecchi ecografici è possibile usare altre sedi.

    Il GAVeCeLT organizza un corso per istruttori, un corso utile per quelle aziende ospedaliere che hanno la possibilità di realizzare dei PICC team multidisciplinare...

  • In un ospedale è presente un PICC team di infermieri, si organizzano sostengono che l'impianto del PICC ecoguidato è cosa buona e giusta e ricevono un premio di 2500 euro.

    Dare un premio a un PICC team composto da più persone è una ricompensa simbolica, ma sicuramente stimola la competizione a fare meglio dato che anche i secondi e i terzi classificati ricevono un premio e visibilità nel proprio contesto professionale. Succede in Italia, no in Svizzera...

     

  • Ho letto nel forum che Alfonso è infermiere in un team PICC e quindi gli ho proposto questa mini intervista per saperne di più.

    Alfonso com'è fatto un team PICC chi ci lavora, che ambienti occupate, sala operatoria o ambulatori?

    Il PICC team può essere composto da infermierie e medici, questo dispositvo nasce per essere impiantato bedside....

  • Riporto un reprint autorizzato dell'articolo "Evoluzione e diffusione della cultura dei PICC in Italia" autori "Giancarlo Scoppettuolo (Istituto di Clinica delle Malattie Infettive), Antonio LaGreca e Mauro Pittiruti (Dipartimento di Scienze Chirurgiche, Università Cattolica di Roma)

  • Il PICC è un catetere venoso centrale che a differenza di altri può avere una gestione infermieristica con un elevata autonomia.

    Il percorso non sarà facile ma è iniziato da tempo...

  • Il PICC è un catetere venoso centrale che sta conoscendo un ampia diffusione, la sua conoscenza è necessaria per offrire un assistenza infermieristica adeguata.

    Downloads di procedure, protocolli e linee guida che trattano gli accessi vascolari, CVC e PICC.