Lesioni da Pressione (LDP)

forze lesioni da pressioneLesione da pressione, è una lesione ad evoluzione progressiva che porta a necrosi il derma, l'ipoderma, lo strato muscolare ed arriva fino all'osso, con conseguenze che possono essere sistemiche.

Le lesioni da pressione (LDP) sono chiamate anche ulcere o piaghe da decubito e l'abbrevizione usata è (LDD) in questo caso si fa riferimento all'idea che le lesioni compaiano solo a causa della semplice pressione fisica.

NON c'è solo la componente della pressione fisica altrimenti le LDP sarebbero scomparse da tempo mentre purtroppo sono frequenti.

La componente assistenziale è preventiva ma non sempre efficace per la presenza di comorbilità che possono rendere vani gli sforzi fatti, ma non bisogna arrendersi.

Sotto una serie di articoli, nella sezione oltre 30 documenti fra LG e procedure.

Torna alla lista tags e scorri per trovare quello che preferisci.

  • Il flittene del tallone è una lesione che compare per diversi motivi, i più frequenti sono la frizione e la pressione che il paziente esercita sulle lenzuola, la prevenzione è importante, ma ci sono situazioni difficili in cui il paziente nostro malgrado, attua vere e proprie strategie per frizionare il tallone e il risultato è il flittene.

    Il trattamento è semplice basta forarlo e fare un risciacquo con una soluzione di iodopovidone diluito e il risultato è che nel giro di alcuni giorni guarisce.

    In alternativa si può non fare nulla, coprirlo, ignorare il problema, lasciare macerare il tallone fino alla necrosi che se secca è un escara o gangrena secca...

  • Lesione da pressione, da decubito, necrotico, autopsia, causeLe lesioni da pressione sono una complicanza grave con una mortalità molto alta e spesso la causa è dovuta alle comorbilità e alla fragilità intrinseca presente.

    Un anatomo patologa si ritrova davanti ad un decesso fa gli esami istologici e riscontra la presenza di un endocardite, i microrganismi che hanno causato l'infezione sono arrivati al cuore attraverso il circolo venoso e attraverso le analisi ne ha identificato la partenza.

  • Le lesioni da decubito o lesioni da pressione sono un evento drammatico, purtroppo compaiono in breve tempo, mentre la guarigione può richiedere mesi.

    Esistono numerose scale di valutazione che consentono di prevederne il rischio le più diffuse penso siano la Breden e la Norton.

  • L'eziologia indaga le cause dei fenomeni e come infermiere non ho strumenti tecnico scientifici elevati ma solo una buona capacità di osservazione e tanta fantasia.

    Quindi  parlo di fantaipotesi dell'eziologia che dal flittene arriva all'escara del tallone, perchè non ho trovato un testo esauriente, non ho trovato una distinzione dei fattori che vengono raggruppati e si conclude il discorso con la presenza di confondenti. 

    Io non so tutto e vorrei conoscere se esiste chi sa tutto, quindi ti propongo un percorso ragionato sulle lesioni da pressione.

  • L'hanno chiamato PICO ed è una delle novità tecnologiche che ho avuto modo di osservare durante il meeting AISLEC a San Marino.

    In parole semplici è una VAC therapy per lesioni piccole, un dispositivo portale che crea una pressione negativa ed è collegato ad una medicazione assorbente...

  • Aggiornata la linea guida della regione Toscana che è online dal 2012.

    Premesso che una linea guida è un documento complesso da realizzare che ha dei limiti e delle possibilità, mi scappa qualche critica...

  • La prevenzione e il trattamento delle lesioni da pressione passa attraverso la mobilizzazione, il paziente non ha una fisionomia ergonomica, l'utilizzo di ausili consente a noi di fare meno fatica ed al paziente di avere uno spostamento più confortevole.

    La ricerca ha identificato materiali con forme utili per produrre movimenti riducendo lo sforzo così hanno creato i guanti di trasferimento, l'asse di trasferimento, il cuscino di posizionamento, l'asse girevole e il sistema per il trasferimento laterale turner.

    Li ho provati e toccati alcune idee...

  • Elena Toma sta frequentando il Master Wound Care Presso L’Università la Sapienza di Roma e ci propone un questionario online un l’indagine conoscitiva con il tema “ Gestione domiciliare del paziente portatore di lesioni cutanee - Cartella infermieristica domiciliare”.

    L'argomento riguarda tutti gli infermieri che fanno assistenza domiciliare, la forza di un indagine conoscitiva è nel numero dei partecipanti e insieme possiamo aiutare Elena a produrre un elaborato veramente interessante.

    LINK al sito questionari-online


     

     

     

     
  • In questa breve news parlo di un evoluzione macroscopica delle  lesioni da pressione (LDP), cosa vedo e cosa penso stia succedendo.

    Non sono un esperto masterizzato e le osservazioni sono solo date da quello che ho visto e quindi ti lascio anche i dubbi e le incertezze.

  • La classificazione delle lesioni da pressione deve entrare nel linguaggio corrente di chi lavora con pazienti con lesioni da pressione LDP.

    La classificazione dell'European Pressure Ulcer Advisory Panel (EPUAP) è quella più in uso, ma è necessario ricordarsi che non rappresenta l'evoluzione di una lesione, ma sono stadi la cui definizione è necessaria per decidere un trattamento.

  • Nonostante il trattamento delle lesioni da decubito sia oggetto di numerose linee guida,1-6 il livello di qualità delle prove di efficacia su cui si basano le indicazioni è particolarmente scarso.