Lesioni da Pressione (LDP)

forze lesioni da pressioneLesione da pressione, è una lesione ad evoluzione progressiva che porta a necrosi il derma, l'ipoderma, lo strato muscolare ed arriva fino all'osso, con conseguenze che possono essere sistemiche.

Le lesioni da pressione (LDP) sono chiamate anche ulcere o piaghe da decubito e l'abbrevizione usata è (LDD) in questo caso si fa riferimento all'idea che le lesioni compaiano solo a causa della semplice pressione fisica.

NON c'è solo la componente della pressione fisica altrimenti le LDP sarebbero scomparse da tempo mentre purtroppo sono frequenti.

La componente assistenziale è preventiva ma non sempre efficace per la presenza di comorbilità che possono rendere vani gli sforzi fatti, ma non bisogna arrendersi.

Sotto una serie di articoli, nella sezione oltre 30 documenti fra LG e procedure.

Torna alla lista tags e scorri per trovare quello che preferisci.

  • Le nanofibre sono filamenti piccolissimi, la loro realizzazione è un esempio di come si possano applicare i principi scientifici per ottenere qualcosa di nuovo, infatti sono realizzate con un elettrofilatrice, una macchina che con alti voltaggi e campi elettromagnetici crea filamenti dell'ordine dei 100 nm.

    Filamenti di 100 nm vuol dire dell'ordine di 0,1 micron ovvero più piccolo di una cellula e questo fa si che le medicazioni che utilizzeremmo sarebbero in grado di adattarsi alle singole cellule, fantastico.

  • logo sapienza

    Questo master è online per la parte teorica con una componente didattica fra pratica e aula di oltre 300 ore, aspetto necessario visto che insegnano ad utilizzare le tecnologie innovative.

    La procedura di iscrizione è online dal sito della Sapienza di Roma.

  • la sapienzaLa prima giornata del Gruppo Italiano vulnologia GIV si terrà a Roma con un congresso di due giornate dove saranno affrontate le tecnologie innovative del wound care.

    Il congresso dal titolo " I tanti perchè delle ulcere degli arti inferiori" eroga 9 crediti formativi, il programma inizia dall'eziologia delle ulcere degli arti infermieriori per concludersi il giorno successivo con la relazione sul ruolo dell'infermiere nei pazienti Cronici...

  • epuap logoAggiornata un anno fa è disponibile online in diverse lingue, c'è in inglese, cinese, portoghese, giapponese ma per l'italiano bisogna attendere.

    La Quick reference introduce nella classificazione EPUAP degli stadi I-IV anche lo stadio non stadiabile e il "sospetto di lesione profonda".

    Una linea guida da sfogliare che aggiunge cose nuove o meglio amplia il contesto e le responsabilità per la formazione delle lesioni da pressione...

  • logo unifiIl master infermieristico di primo livello è realizzato dall'università di Firenze, la scadenza è fissata per il 30 novembre 2015. Il numero massimo di iscritti è 70 il numero minimo per attivare il corso è 20.

  • epuap logoDa anni c'è un intensa attività a tutti i livelli, culturale, scientifica, organizzativa per contrastare le lesioni da pressione. Le piaghe o lesioni da decubito o lesioni da pressione mantengono un andamento regolare nella loro incidenza.

    Un paziente che sviluppa una lesione è spesso considerato il segnale di un assistenza infermieristica scadente e se questo può essere vero in alcuni casi in altri potrebbe essere un fattore fisiologico?

  • medicazione mieleDa tempo leggo di prove con medicazioni a base di miele e disinfettanti in studi seri o con esperienze improvvisate, ma da qualche anno c'è tutta la serie di prodotti per medicazione delle lesioni da pressione a base di miele.

    Il miele cambia a seconda dei fiori della pianta da cui viene ricavato, il miele di Acacia è il più dolce, quello di Castagno e più scuro e un poco più amaro e fra i tanti mieli possibili ne viene realizzato uno in Nuova Zelanda che è scelto appositamente per realizzare le medicazioni...

  • libro prontuarioOggi ho avuto modo di vedere il dott.Andrea Bellingeri ed acquistare il prontuario per la gestione delle lesioni cutanee, un volume acquistabile in anteprima qui al congresso AISLEC.

    Il testo è nato 6 anni fà e ad aprile è arrivata questa 3 edizione che ha coinvolto 20 professionisti in vari settori oltre a tutta la famiglia Bellingieri.

    Un volume con oltre 1000 prodotti dedicati al mondo delle medicazioni...

  • vulnologiaIl 29 agosto è stato messo online il primo articolo e ora pubblica regolarmente news e aggiornamenti sulle conoscenze del wound care.

    Lo staff è costituito dagli infermieri dott.sa Klarida Hoxha, dott. Rocco Amendolara e dal medico dott. Pasquale Longobardi.

    Un sito moderno e interattivo dove è possibile fare domande e chiedere consulenze online...

  • Nell'ultimo numero di "Il Wound Care basato sulle prove di efficacia" è stata pubblicata una nuova scala di valutazione delle lesioni a cura di Massimo Rivolo.

    La nuova scala di valutazione si chiama SEE & WRITE ed è immediata, pratica, prende in considerazione molto seriamente la gravità e la pericolosità delle lesioni da pressione.

    Vi ripropongo le pagine introduttive dell'articolo di Massimo Rivolo collega esperto con anni di esperienza e di lavoro con AISLEC.

  • La linea guida dal titolo "Pressure ulcer prevention" è stata pubblicata ad aprile 2014 a cura del National Clinical Guideline Centre.

    Il documento completo affronta tutte le tematiche di una linea guida dalla ricerca della bibliografia scientifica all'implementazione delle raccomandazioni, è scaricabile o consultabile online in un sito che ha una navigazione perfetta anche per i cellulari...

  • Il corso ECM "LA BIOTECNOLOGIA E LA GESTIONE DEL PIEDE DIABETICO: ASPETTI MULTIDISCIPLINARI" eroga 8 crediti e si terrà a Roma il 15 novembre 2014.

    L’Organizzazione Mondiale della Sanità (O.M.S.) ha stimato nel 2005 la presenza di oltre 300 milioni di diabetici di cui il 15% va incontro ad un’ulcera del piede. Su 100 diabetici che presentano l’ulcera circa 84 subiranno un’amputazione del piede causata dall’aggravamento dell’ulcera.

  • Il JAN (journal of Advanced Nursing) ha pubblicato  "A new pressure ulcer conceptual framework" un discussion paper molto interessante perchè per la prima volta da decenni qualcuno ha fatto un analisi sugli studi delle cause eziologiche delle lesioni da pressione e si sono accolti che il solo modello di compresisone dei vasi.... fa acqua.

  • Aggiorno questo articolo perchè il sito non è più raggiungibile, probabilmente a chiuso o è offline per problemi.

    Il sito consulenzewoundcare.it consente di ricevere gratuitamente una consulenza in merito alle lesioni cutanee.

  • Linea guida lesioni da pressione, 2014

    "Lesioni da pressione: prevenzione e trattamento" è il titolo della linea guida regionale del Friuli Venezia Giulia uscita a febbraio.

    La linea guida ha un aspetto editoriale molto bello e la rende ben leggibile da PC, chiaramente l'aspetto importante sono i contenuti e ben strutturati e con schede sintetiche che hanno un senso e sono immediatamente utilizzabili.

  • MOWA è un software per il monitoraggio dell'evoluzione delle ulcere.

    Il programma si installa su ipad, iphone insomma su smartphone e diventa una risorsa che ci consente di offrire un assistenza migliore e più puntuale. Il software da settembre è disponibile per il download da Amazon..

  • Il termine "analisi grafica" potrebbe essere sbagliato, ma non so se c'è un termine giusto ed è il rischio quando si propone qualcosa di nuovo.

    Le lesioni da pressione sono studiate da un punto di vista cellulare, (le reazioni che avvengono nei processi riparativi), da un punto di vista tissutale, (i vari stadi ecc..) da un punto di vista epidemiologico, (quante lesioni dove ecc..), però tempo fa in un corso ho visto dei grafici in un contesto riferito alle cure palliative, ma quei grafici possono essere trasferiti in una riflessione sulle lesioni da pressione.

  • Il flittene del tallone nella classificazione EPUAP è classificato come stadio II, ma a seconda delle cause di partenza possiamo osservare delle lesioni differenti.

    Il flittene del tallone è una lesione"bastarda" che in alcuni casi può comparire dalla sera alla mattina.

    Le cause di partenza sono diverse pressione, frizione, trazione, febbre o per condizioni sistemiche scadute, le diverse cause scatenanti possono aiutarci a comprendere che in fondo non è semplice trovare una soluzione se sono considerati tutti uguali.

  • Questo mese esce sulla rivista Assistenza Anzianiun mio articolo dal titolo "LESIONI NEL TALLONE Trattamento precoce del flittene: una proposta".

    La proposta è tale perchè purtroppo online non ci sono pubblicazioni e quindi abbiate pazienza mi sono lanciato in questa impresa.

     

  • Le lesioni da pressione sono note da oltre 50 anni ed è noto che si può fare prevenzione, eppure la prevenzione sembra essere il più grosso fallimento della sanità moderna.

    Una breve proposta concettuale per definire dei punti che spero utili per definire una strategia.