fine vita

  • musica e cervelloAssistere i malati nel fine vita ci pone di fronte alla difficoltà di prendere in carico gli aspetti psicologici, emotivi e fisici correlati alla malattia, cioè di prendere in carico globalmente il malato e tutti quei fattori che concorrono a determinare un livello accettabile di qualità di vita.

    La Musicoterapia si colloca tra quegli interventi di carattere terapeutico che possono rafforzare gli aspetti intrapsichici e interpersonali indeboliti dalla presenza della malattia e possono ridurre i sintomi ad essa correlati (dolore, ansia, depressione, isolamento sociale, etc.).
    Le cure palliative affrontano tutti gli aspetti della sofferenza umana e, per questo, prevedono un supporto di tipo fisico psicologico, sociale e spirituale per il malato e per le persone che lo accompagnano, siano essi parenti o no.

  • Il consenso informato ha la sua legge su misura gli argomenti che affronta sono, Art.1 Consenso informato, Art. 2 Terapia del dolore, divieto di ostinazione irragionevole nelle cure e dignita' nella fase finale della vita, Art. 3 Minori e incapaci, Art. 4 Disposizioni anticipate di trattamento, Art. 5 Pianificazione condivisa delle cure.

    La Legge 219 del 22 dicembre 2017 è entralta in vigore il 31 gennaio 2018 e porta al suo interno delle novità importanti. Una legge con pochi articoli, scritta in modo chiaro e semplice per essere compresa al meglio da tutti. La legge evidenzia molto la responsabilità del medico nell'attuare una comunicazione corretta e chiara.