banner320X100

linguedo monaco300x100

Diventare infermieri

Ieri forse era più semplice si faceva un concorso ed eri assunto, oggi il blocco delle assunzioni ha complicato tutto, idee e suggerimenti per affrontare al meglio i cambiamenti.

Lo studio dei quiz va inevitabilmente portato avanti in parallelo con lo studio per la prova orale, il motivo è che la prova orale può essere semplice o complessa ma vista la numerosità degli argomenti non si può attendere di sapere se si è ammessi per studiare tutto in poco meno di un mese.

Lo studio deve iniziare da quando si fa la domanda, può sembrare troppo presto, ma un esempio è il concorso di Roma uscito 7 mesi fa e 15 giorni prima dell'inizio delle prove la comunicazione del diario della preselezione.

I quiz sono la parte più importante del concorso ma non sono il solo elemento da preparare: i libri di quiz vanno affrontati in parallelo con lo studio dell'infermieristica. Abbiamo già iniziato ad affrontare i quiz in due modi nei precedenti articoli, adesso siamo pronti per affrontare uno o due libri.
Lo studio del concorso deve essere portato avanti in parallelo, quiz e studio sui libri di infermieristica classici.

I concorsi generano emozioni contrastanti, speranza e disperazione sono le più forti e questo comporta che ci siano situazioni in cui l'emozione e l'azione istintiva prevalga.
Riflettere ed agire sotto l'influenza di un impulso emozionale forte porta ad esprimere tanti luoghi comuni e voci inutili, vediamo se ne identifico alcune.

Non mi sono sbagliato, la prima fase nella preparazione per un concorso richiede di addestrarsi per acquisire capacità diverse dal solito, la lettura e la comprensione perfetta, delle domande, è la prima cosa, sono tanti i concorsi che non sono stati superati per una virgola non vista o una negazione ignorata, chiedete, o ascoltate i colleghi che già hanno fatto concorsi.

Adesso, dopo la lettura dei quiz, completiamo il primo obiettivo della preparazione (LINK), pensando, quanto tempo dura la prova del concorso?

La preparazione dovrebbe essere fatta da subito, pensando di arrivare alla prova orale, non è ottimismo ma realismo per una questione di tempo, all'inizio sembra di averne troppo alla fine non basta mai. Nell'articolo di qualche giorno fa (LINK) facevo un breve riassunto delle prove del concorso.

E' obbligatorio acquistare i libri dei quiz? Purtroppo si, perchè è un tipo di prova che nella vita reale non si fa spesso e c'è in gioco un contratto di lavoro.

Preparare lo studio di un concorso richiede di affrontare da subito lo studio delle 4 prove.
La preselezione, la prova scritta, la prova pratica e l'orale.
Ha senso consigliare di prepararsi per un concorso?

Abbiamo finito ieri sera di inserire i quiz della prova estratta per il concorso della Toscana.

Una soluzione per esercitarsi e fare il punto sulla propria preparazione, il pdf delle domande si può scaricare...

infermieri precariSe qualcuno ascolta un qualsiasi TG sembra che nel settore lavoro ci sia un cauto ottimismo verso il miglioramento, ma sono dati falsati da scelte di governo che influenzano sempre di più quello che un tempo era il mercato del lavoro.

Chi deve iniziare a lavorare nel 2016 se non troverà lavoro non è necessariamente per colpa sua ma si troverà davanti una situazione complessa e articolata per precise scelte di governo...

fattura infermieraQuando lavoravo come dipendente avevo un punto fermo la cifra netta sulla busta paga, doveva crescere o essere costante e non mi preoccupavo più di tanto di tutte le voci di spesa.

Nel 2006 sono diventato libero professionista e ho iniziato a ragionare in un'ottica diversa, perchè adesso quello che fatturavo era l'importo lordo e sicuramente tutte quelle voci sarebbero arrivate a farsi sentire, con un nome o un altro.

Inserita la prova della preselezione di Biella.

Fra i quiz online sono disponibili le 30 prove e vi ripropongo 15 minuti per farla.

Il 20 ottobre, ieri, si è tenuto il concorso del San Matteo di Pavia, partecipare al concorso richiedeva una tassa di 25 euro e quindi la speranza di un servizio al top, visto che è una delle cifre più alte richieste ad un partecipante per essere selezionato come lavoratore dipendente.

Il racconto di una collega in poche parole riporta una situazione di tensione importante che può aver portato all'insuccesso tanti colleghi solo per i problemi organizzativi.