Sul sito web di primonumero.it viene pubblicato un piccolo articolo, Turni infiniti, infermiere wonderwoman. "Colpa dei tagli, presto si tornerà alle 24 ore" quelle piccole storie ma che raccontano di una professione allo sbando senza diritti...

 

Non è nella natura del sito parlare di politica, ma parliamo di lavoro arrivare a 32 ore consecutive non è giusto, è un sopruso anche nel caso che la collega sia libera professionista.

Tratto dall'articolo di primopiano  LINK racconta la storia dell'infermiera che ha fatto un esposto e la sua storia è venuta fuori:

Così, quando ci si trova di fronte al caso dell’infermiera del carcere di Larino costretta a 32 ore lavorative continue, e alla sua collega, anche lei in servizio per un giorno interno (24 ore, senza tregua), ci si comincia a chiedere se tutto è in regola o c’è davvero qualcosa che non torna. A sollevare la questione l’esponente di Sel Filippo Monaco che aveva evidenziato come gli infermieri della struttura carceraria «sono costretti a turni di lavoro massacranti». Ecco il motivo per cui la dipendente delle 32 ore di lavoro continuativo avrebbe l’11 settembre scorso presentato un esposto per denunciare la situazione. La stessa, non vedendo arrivare la collega del turno successivo, per non interrompere il servizio, ha continuato a svolgere il proprio lavoro senza andar via.

La collega ha aperto suo malgrado una nuova frontiera, 32 ore consecutive, adesso si attendono notizie di chi arriverà a 38 ore.

Purtroppo la gestione allegra del nostro lavoro è nota e dipende da un fattore importante le ore straordinarie costano meno delle ore di un nuovo dipendente.

Addirittura ci si inventa un orario fuori contratto chiamato, straordinario pesante, intramoenia ecc, ma il datore è sempre l'ASL di appartenenza, ma qualche soldo in più fa comodo dato che il contratto e lo stipendio non aumenta di pari passo con l'inflazione.

E quindi accettiamo, il clima di lavoro diventa pesante lo stress aumenta e si perde il senso dell'orientamento.

Forse è troppo semplice ma la chiave è tutta lì il nostro straordinario costa meno dell'orario normale, quindi si fanno tanti straordinari.

 

 

Log in to comment