Indice articoli

 

3.9 Mineralogramma

L’ HAIR MINERAL ANALYSIS, o mineralogramma, è esame utilizzato sin dagli anni settanta e riconosciuto come valido strumento per rilevare la quantità di metalli tossici che si vanno a depositare nei tessuti, riconosciuto ufficialmente dai principali organi di sorveglianza sanitaria.

Infatti, nelle intossicazioni acute questi si trovano in primis nel sangue e nelle urine, ma con la cronicizzazione si è scoperto che bisogna rintracciare i metalli nei tessuti, poiché non sono più reperibili né nel sangue, né nelle urine. Con l’analisi spettro-fonometrica vengono individuati e conteggiati tutti quei minerali che si liberano dopo aver digerito e distrutto completamente la componente organica del capello.

L’esame del capello rappresenta un modo semplice e non traumatico per prelevare il campione . La cellula è il luogo principale dell’organismo umano dove vengono utilizzati e immagazzinati tutti i minerali tra cui quelli tossici.

Il capello è un materiale da biopsia stabile che non richiede particolari trattamenti e manipolazioni che potrebbero facilmente inquinare il campione.

Nei capelli i livelli dei minerali sono circa dalle 10 alle 300 volte maggiori di quelli del sangue e questo consente di ottenerne la quantificazione con maggior accuratezza, anche di quei minerali presenti nel nostro organismo a bassissime concentrazioni (elementi traccia).

L’analisi minerale del capello fornisce una lettura del deposito dei minerali nelle cellule e negli spazi interstiziali del capello in un periodo di due-tre mesi (a seconda della lunghezza).

Questa analisi è considerata uno screening test, il quale, per definizione, non fornisce una diagnosi di una malattia o condizione patologica.

Gli screening tests sono spesso sottovalutati in medicina; essi possono, comunque, svolgere un notevole ruolo nella prevenzione e nella diagnosi precoce di disturbi fisici e mentali.

Il capello è un eccellente tessuto da biopsia per alcune diverse ragioni:

 la campionatura è semplice e non traumatica (indolore);

 il capello è un materiale da biopsia stabile che non richiede particolari trattamenti;

 i livelli del minerali nel corpo sono circa 10 volte maggiori di quelli del sangue (maggior accuratezza nel responso);

 solo il capello fornisce una lettura cellulare dei minerali, i metalli tossici si concentrano nei tessuti molli fra cui anche il capello, non nel sangue e nelle urine.

I minerali sono componenti essenziali dei sistemi enzimatici che regolano praticamente tutte le funzioni corporee: solo il magnesio sovrintende a 300 funzioni!
Molti dei problemi di salute sono riconducibili a squilibri mirati, quali: affaticamento, depressione, disturbi della prostata, insonnia, cefalee, perdita capelli, iperattività, acne, problemi emotivi, disturbi alla tiroide, diabete, allergie, ipoglicemia, ipertensione, artrite, anemia, malattie cardiovascolari, disturbi dell’apparato muscolo-scheletrico, e moltissimi altri ancora.

Oltre a questo, vengono anche rilevati problemi legati all’attività endocrina, al metabolismo basale ed alle disfunzioni dei principali organi e ghiandole, come tiroide, fegato, surrenali, ecc.

Ma non solo: sbalzi di umore, ipercinesi, rabbia, apatia, depressione e tutto quanto concerne la sfera emozionale, è strettamente connesso alla biochimica dei minerali ed alle sue alterazioni.

Alcuni disturbi legati alla concentrazione di minerali nel corpo:

 Nelle donne il mal di testa premestruale è spesso causato da elevati livelli di rame

 Molti problemi della glicemia sono dovuti ad un mancato equilibrio calcio/magnesio a livello dei tessuti (questo determina una riduzione della secrezione dell’insulina)

 Il manganese è direttamente coinvolto nella produzione di energia

 Lo zinco è richiesto per una buona digestione

 Il potassio è essenziale per la gestione degli ormoni tiroidei

 I bambini iperattivi spesso hanno livelli di piombo troppo alti nel loro organismo

 L’acne può essere causata da intossicazioni da piombo o da rame, come da una carenza di zinco

 Il magnesio può prevenire e ridurre i danni causati al cervello dall’alcool

 Una carenza di zinco può ritardare lo sviluppo osseo e causare malformazioni agli organi genitali

I test ematici non forniscono le stesse informazioni perché i livelli dei minerali sono bassi nel sangue, rendendone la scoperta più difficile.

Questo fatto è dovuto all’esistenza di efficienti meccanismi di regolazione dei loro livelli nel circolo ematico, per cui le quantità di minerali in eccedenza vengono accumulate nelle cellule di altri tessuti (capello) determinando comunque effetti tossici nel tempo.

I livelli dei minerali sono tenuti relativamente costanti nel sangue, anche quando la patologia è presente invece i valori dei minerali del capello possono variare anche più di dieci volte, consentendo una più facile misurazione.

Accedi per commentare