La domanda se l'è posta apocaliv nel forum e ha realizzato la sua idea.

Salve a tutti... Spesso ci troviamo a criticare il sistema italiano 118. Ma voi come lo riorganizzereste? Io di seguito vi posto la mia idea, chiaramente personale, in base alle mie esperienze, e di carattere generale. Voi cosa proponete? E come trovate questa proposta?

 

 CENTRALE OPERATIVA

Istituzione delle centrali NUE (Numero Unico Europeo) 112 in tutta Italia con personale come stabilito dalla normativa europea. Migliorerebbe di molto la coordinazione di tutti i reparti dell'emergenza e darebbe al cittadino un unico numero da ricordare.

 

MEZZI SANITARI SUL TERRITORIO:

Mezzo di soccorso di Base (MSB)

Equipaggio: 1 Soccorritore di Base + 1 Soccorritore Avanzato + [(OPZIONALE) Soccorritore Base o Avanzato] – Un membro dell'equipaggio ha mansione di autista

Allestimento: Simile alle MSB abilitate BLS-D (con farmaci a bordo)

Mezzo di soccorso Intermedio (MSI)

Equipaggio: 1 Soccorritore Base o Avanzato (con mansione di autista) + 1 Infermiere dell'Area Critica + [(Opzionale) Soccorritore Base o Avanzato]

Allestimento: Quello delle attuali MSA

Mezzo di soccorso Avanzato (MSA)

Equipaggio: 1 Soccorritore di Base o Avanzato (con mansione di Autista) + 1 Infermiere + Medico d'Emergenza o Anestesista Rianimatore + [(Opzionale) Soccorritore Base o Avanzato]

Allestimento: Quello dell'attuale MSA

Automedica

Equipaggio: Infermiere (con mansione di autista) + Medico d'Emergenza o Anestesista Rianimatore)

Se presenti sul territorio tutte MSI, allora l'automedica può essere con Soccorritore di Base o Avanzato (con mansione di Autista) e Medico.

L'allestimento è uguale alle attuali automediche.

Elisoccorso

Come quello attuale

 

FORMAZIONE

SOCCORRITORE DI BASE

Come l'attuale formazione di 120 (che può salire a 150 se necessario) ore come la regione lombardia, con abilitazione gia al conseguimento del certificato regionale per l'uso del DAE (lifepack compreso). Le funzioni sono le stesse dei soccorritori esecutori 118 attuali in lombardia.

TITOLO CONSEGUITO: Certificato Regionale di Soccorritore di Base con valenza in tutta Italia (perchè no...europa...paragonandolo all'EMT-B)

Deve essere anche in possesso di BLS-D (categoria B) e PTC Base (o equivalenti) per poter operare. Questa condizione la metterei per dare modo a tutti di avere un re-training annuale uguale per tutti.

Questi soccorritori possono essere anche VOLONTARI, o altrimenti retribuiti (come un OSS o gli attuali autisti soccorritori dell'ambulanza).

 

SOCCORRITORE AVANZATO

Formazione REGIONALE di un anno (intenso), circa 1000 ore, come per l'OSS.

In alternativa il soccorritore AVANZATO può essere un OSS Specializzato (OSSS) che abbia frequentato il corso di 150 ore come era stato stabilito nell'accordo stato-regioni (che ora non ho a portata di mano).

Quindi o si fa direttamente il corso di un anno oppure lo stesso OSS(S) con formazione di soccorritore può farlo.

Direte...ma perchè non fare il corso da mille ore direttamente? Xkè chiaramente non verrà dato l'attestato di OSS, chi fa il percorso facendo l'OSS prima ha doppio titolo poi e piu spendibilità lavorativa.

Questo soccorritore può fare tutto quello che fa il soccorritore di base, piu fare ECG (da inviare in centrale) e fare iniezioni sottocutanee o intramuscolo (toradol, o altri medicinali se non è presenta una MSI o MSA o automedica che possa interventire, o se non necessario, chiaramente sempre tramite AUTORIZZAZIONE del medico di centrale).

Può inoltre fare ossigenoterapia chiaramente, e avere qualche altra piccola mansione in piu che ora non saprei dirvi (manovre piu avanzate diciamo).

Questa figura che è simile al soccorritore di base farebbe si che la MSB sia molto piu utile della attuale che fa sempre e solo prendi e porta! Perchè una siringa sul posto se il medico dice di farla la si può fare...nulla di che ma risolve parecchi problemi a mio parere delle MSB.

TITOLO RILASCIATO: Qualifica Regionale di Soccorritore Avanzato valida in tutta ITALIA (o perchè no Europa...paragonandolo all'EMT-I)

Anche questo deve essere in possesso di BLS-d e PTC Base, ma anche di PBLS-d (sempre scopo re-training)

DEVE ESSERE ASSUNTO (la paga potrebbe essere quella di un OSS Specializzato, o qlcosina in piu). Non può essere un volontario.

 

AUTISTA

Per essere autista di ambulanza in emergenza bisogna conseguire il CAP E (kE) alla motorizzazione civile con esame di teoria e pratica con guida in ambulanza. Età 21 e patente da 3 anni.

Poi chiaramente bisogna essere soccorritori. L'autista prende quel qualcosina in piu (se non è volontario) rispetto a chi ha la stessa qualifica ma non guida.

 

Infermiere

Se solo in MSI allora deve essere un Infermiere dell'Area Critica. Questo dovrebbe prevedere la laurea specialistica (che forse verrà attivata) in Area Critica, o il Master, poi si deciderà.

Ha i compiti simili al paramedico (EMT-P) americano, quindi può intubare, somministrare farmaci in autonomia secondo protocolli pre-stabiliti (ALS, AMLS, PHTLS)...insomma ha autonomia in emergenza secondo i protocolli, e poi chiaramente è un infermiere e può fare tutto quello che fa un infermiere.

Questo infermiere di MSI deve avere oltre il master o la laurea specialistica anche BLSDb, PTC AVANZATO (o equivalente), PBLS-D, ALS e AMLS. Potrebbero essere pure graditi PALS, Maxiemergenze, Triage e cosi via. Poi ogni regione decide meglio.

 

L'infermiere che sta invece in MSA deve essere un Infermiere con esperienza (nessun titolo di studio in particolare) con BLSd e PTC anche base...cmq è un infermiere e poi c'è la presenza del medico, quindi non richiede tutte quelle autonomie tipiche di chi è solo.

 

Il medico rimane come ora, poi deciderebbero le regioni, casomai mettendo quelli specializzati in emergenza o rianimazione.

Sull'elisoccorso rimarrebbe come ora.

Automedica anche come ora.

 

LA DISPOSIZIONE

 

Direi che una disposizione omogenea potrebbe essere a preferenza della MSI (perchè ti fa quasi tutto in autonomia) o al massimo di un 50% fra MSB e MSI. Poi in alcune zone, se necessario o se la regione vuole mette qualche MSA, ma cmq preferibile le automediche.

Le MSB andrebbero su quasi tutti i Verdi (raggiungibili è ovvio) e su Gialli (se non troppo gravi e non richiedono intervento specialistico). Chiaramente se piu vicini di altri mezzi o soli perchè gli altri mezzi sono fuori andrebbero anche su GIALLI E ROSSI di tutti i tipi.

Le MSI e MSA eviterebbero il codice verde, tranne che non serva xkè non ci sono altri mezzi o per altri motivi.

L'automedica va quando necessario come succede ora.

Le schede di intervento e i protocolli operativi uguali in tutta la regione e quanto meno simili in tutta Italia.

 

Conclusioni:

 

Servirebbe un grande filtraggio da parte della centrale 118/112 evitando di mandare per evidenti e palesi codici Bianchi, incoraggiare l'uso dell'auto quando chiaramente possibile e sicuro.

I codici bianchi poi sarebbero soggetti casomai a pagamento (cosi da evitare il taxi sanitario) al pronto soccorso (come dovrebbe gia avvenire ora... ma spesso non viene dato a chi arriva con l'ABZ).

Questo sistema con queste figure professionali darebbe un omogeneità al servizio di emergenza in Italia, lo renderebbe un po' piu simile a quello Europeo (attualmente non abbiamo davvero un organizzazione unica, ogni provincia fa a se...ed è assurdo che in alcune province ci siano tutte abz con infermiere e medico, e in altre (della stessa regione) ci siano abz senza personale sanitario, ma addirittura con soccorritori che hanno al massimo il BLSD (chiaramente poi le associazioni li formano...ma non è obbligatorio...e non c'è un programma uguale per tutti).

Cosi si andrebbe a risolvere anche il problema del lavoro nero e del finto volontariato, TROPPO esagerato in alcune regioni. Cosi chiunque vinca l'appalto deve assumere almeno una persona dell'equipaggio, non essendo possibile avere abz di soli volontari (che poi rischiano come succede oggi di essere pagati in nero e pure male!).

A mio parere questo sistema migliorerebbe immensamente il servizio 118.

E' chiaro che poi ogni regione seguendo queste linee guida farebbe il suo percorso formativo e si organizzerebbe come piu opportuno per la sua zona.

E' inoltre ovvio che chi lavora gia in abz può accedere a percorsi gratuiti di riqualificazione cosi da rimanere a lavorare nel proprio ambiente.

Per il semplice trasporto infermi deve essere obbligatorio almeno il BLSDa e sarebbe opportuno fare un corso di barelliere di una quarantina di ore per conoscere il mezzo, il primo soccorso e appunto il BLSd.

E' vero che anche in america ogni stato ha la sua formazione e la sua organizzazione, ma sono chiare quali sono le figure che si possono usare e quali sono gli standard minimi da garantire...qui in Italia anche se sulla carta sembrerebbe cosi, non lo è affato.

Chiaramente questo non è uno schema tratto da qualche decreto legge, ma è una mia personalissima idea su come si potrebbe riorganizzare il sistema 118 qui in Italia (con le figure che gia abbiamo).

LINK al forum

Accedi per commentare