Libri e riviste online

Molti infermieri stanno pubblicando libri, un occasione per mostrare la crescita professionale ed anche di avere approfondimenti di tecniche che si usano poco di frequente.

Ammesso e non concessoMauro, classe 1966, nato a Milano, cresciuto a Napoli e, dopo aver girato per l’Italia, ora vivo a Siena con la mia famiglia, per libera scelta. 
Sono un infermiere, per quasi vent’anni ho vissuto tra terapie intensive e soprattutto sale operatorie. 
Scrivo sempre volentieri della mia professione, qualche lavoro è stato pubblicato sulle riviste del settore;

il mio interesse degli ultimi anni è rivolto soprattutto alla medicina narrativa, la forza della parola come forma curativa, per i pazienti ma soprattutto per gli operatori. 

Ringrazio la dott.sa Tiziana Sanzo, infermiera ed autrice del libro "Manuale per l'infermiere in terapia intensiva e cardiochirurgia pediatrica" che mi ha concesso questa intervista a caldo via facebook.

Il libro è uscito nel settembre 2014 editore Del Faro ed è un volume di 700 pagine che affronta due settori specialistici dell'infermieristica, oggi questa mattina, poco fa, grazie a Facebook ho potuto realizzare questa breve intervista che vi ripropongo:

Il libro affronta un tema che spesso diamo per sottovalutato la comunicazione, ma conoscere il percorso della comunicazione percepita dall'utente ci consente di entrare in contatto in modo appropriato.

Spesso in ambito infermieristico si parla di empatia come di una cosa con cui si nasce di cui si è dotati o meno, in parte può essere vero, ma però perchè non cercare di conoscere il punto di vista del paziente per essere pronti?...

manuale infermiereIl libro dal titolo "l'infermiere, manuale teorico-pratico" parte subito con i contenuti dopo una breve premessa sull'organizzazione del volume.

Ci sono diversi volumi per i concorsi infermieristici ed hanno modalità didattiche diverse, questo ha delle caratteristiche che lo differenziano dagli altri.

Io ho visionato la seconda edizione, penso che la terza non si discosti molto.

buonanotte madame  Mi chiamo Alessio Biondino e sono, come tutti voi, un infermiere. Un infermiere che a un certo punto della sua attività professionale ha scritto un romanzo. Perché?

Non potevo fare altrimenti: mi è sgorgato a cascata sulla tastiera del pc in pochi giorni, impetuosamente, senza che riuscissi a frenare o a rallentare in qualche modo le rapide dei miei pensieri. Perché alcune storie, alcune emozioni, alcune risate e la forza intrinseca di alcuni rapporti umani sono veramente impossibili da non raccontare.