javier infermiereSi chiama Javier Chunga l'ultimo infermiere ucciso dal covid-19, si era ammalato tre mesi fa, a maggio quando la malattia stava sciamando.

L'infermiere di origini peruviane aveva 59 anni e lavorava nel comasco dove si è ammalato, i primi tempi è stato assistito dai suoi colleghi, poi è stato trasferito al San Gerardo di Monza.

Come infermieri che abbiamo assistito i pazienti COVID la storia di Javier ci tocca da vicino.

Javier è deceduto il 21 agosto ma si è addormentato molto prima quando il coronavirus gli aveva tolto l'aria e allora la terapia intensiva era l'ultima speranza. Ha chiuso gli occhi per addormentarsi nella speranza di riaprirli e vedere i suoi cari, i suoi amici, i colleghi di tutti i giorni. Ma non ce l'hanno fatta a salvarlo, la malattia è stata implacabile.

Condoglianze alla famiglia

Accedi per commentare