buon 2019

Il 2018 è iniziato con grandi attese, c'è stato il passaggio da collegi IPASVI a ordini OPI, il contratto del CCNL Sanità, atteso da 9 anni e noisiamopronti da gruppo facebook ad associazione.

Arrivati alla fine del 2018 cosa è cambiato... nulla?

Nel dicembre 2017 con l'approvazione di quella che era la legge Silvestro/Bianco che prevedeva il passaggio dei collegi ad ordini e nasce FNOPI (LINK); sarebbe stato meglio ordine degli infermieri, avrebbe promosso di più la professione, ma dopo anni che si ribadische che non siamo infermieri professionali ma infermieri, diventiamo professioni infermieristiche forse un po' generico per il cittadino, ma quante professioni infermieristiche ci saranno mai? per qualche motivo dobbiamo sempre metterci da soli in secondo piano.

La crescita culturale scientifica della nostra professione è totalmente inibita, è vero che ci sono i ricercatori, ma la crescita culturale di tutti è inibita per la credenza che due righe su una linea guida o le conclusioni di un articolo possono essere utili per l'assistenza clinica al paziente, non lo sono perchè non sono riproducibili nelle situazioni, nella real life.

La nostra crescita culturale è in declino anche per la scomparsa delle riviste infermieristiche che oggi sono realizzate da pochi OPI e associazioni, riviste che sono il punto di raccordo fra le publicazioni scientifiche e l'attività clinica. Oggi sono poche e spesso sono relegate a un pdf nascosto da qualche parte su internet.

Febbraio: iniziano a girare le prime bozze del nuovo CCNL (LINK), l'ultimo era datato 2009, in questo firmato nel 2018 ci sarà scritto 2016-2018 un contratto atteso che non coprirà i quasi 10 anni di potere d'acquisto perso, promesse di scioperi dai sindacati che mostrano solo la divisione e la volontà di fare iscritti e tessere togliendosi gli iscritti a vicenda.

Marzo: il primo congresso FNOPI, parole e buone intenzioni, ma fortissima e concreta la presenza degli infermieri nei poster, oltre 200 li trovi al LINK.

Il 28 Aprile in Polonia viene santificata un'infermera, si chiama Hanna Helena Chrzanowska, la sua storia al LINK.

Agosto è Nurse24.it il giornale online infermieristico più letto, lo segnala regolarmente il direttore Iacuaniello, il giornale online ha fatto una grande attività di marketing ed ha giornalisti a tempo pieno che gli hanno consentito di crescere ed essere preso dal grande pubblico, così riceve milioni di lettori da google LINK, ma è grazie ai NurseReporter che con la pubblicazione di articoli sulle malattie (mononucleosi, varicella, scabbia, scarlattina etc.) contribuiscono ad ottenere decine di migliaia di visite al mese/cadauno (LINK), vista l'efficacia forse la redazione nel 2019 crescerà.

Novembre: pubblicato l'elenco delle Associazioni infermieristiche nell'elenco provvisorio delle Società Scientifiche, elenco realizzato su autodichiarazione di possesso dei requisiti amministrativi e non scientifici, poi dovranno dimostrare di possedere quegli standard di trasparenza (LINK) e quindi portare avanti la pubblicazione di linee guida attraverso il sito https://snlg.iss.it/. Pubblicazione di linee guida che poi se un' associazione è forte prosegue e le fa lo stesso e così AIOM le rinnova tutte e sul suo sito ne condivide ben 34(LINK)

Le frasi/situazioni infelici:

Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Bologna il 23 ottobre 2018 ha scritto al ministero segnalando che ecografia e impianto PICC non sono cose da infermieri (LINK) e nessuna replica, solo qualche video e per fortuna la disamina del professor Pittiruti, video link

NurseToday, un sito web, un progetto fials che apre e chiude in poco tempo, adesso è in costruzione.

L'infermiera di Lugo processata per essere passata dalla camera nel momento in cui la paziente è deceduta, assolta dopo la reclusione, motivo per cui le assicurazioni professionali anche se economiche (LINK) dovrebbero prevedere anche le spese processuali. L'infermiera di Lugo è stata pubblicamente condannata e radiata perchè ha fatto delle squallide foto con i defunti.

Cosa offrirà il 2019 agli infermieri?

Le associazioni infermieristiche iscritte fra le associazioni scientifiche potranno portare delle fattive novità inserendo nel database delle linee guida sia traduzioni che linee guida proprie, fra queste ANIARTI (LINK) è già al lavoro.

Quali i buoni propositi di Infermieri-Attivi?

Mantenere un' impostazione corretta perchè se il sito vuole rappresentare la professione deve essere corretto, senza blocchi di visualizzazione dei contenuti, o promesse che non si possono mantenere, solo per raccogliere i dati per darsi un tono e farsi pagare di più dagli inserzionisti o fare marketing e vendere i dati.

Questo stile è apprezzato, perchè oltre 21.000 colleghi si sono iscritti ed hanno la possibilità di scrivere sul sito sperchè sotto il menù compare il link "invia un articolo", mentre molti utilizzano il forum dedicato alla mobilità.

Fare articoli di stampo infermieristico, corretti, sinceri e mirati ad un target infermieristico, scrivendo di assistenza infermieristica senza pretendere di raccontare la soluzione perfetta, ma cercando di dare tutti gli elementi per comprendere compe procedere oltre non è sufficiente.

Il sito sta facendo i 200.000 visitatori mensili e il social network  cresce, quindi è necessario dare visibilità anche alle associazioni infermieristiche che sono un asset per la crescita professionale molte iniziative le troviamo da soli ma molto ci sfugge fra lavoro e università, però è sufficiente che ci contattino dal modulo contatti (LINK).

Buon Anno e grazie a tutti i lettori di esserci,

Franco e Alice

 

 

Accedi per commentare