fumoIl fumo fa male ed è un dato certo, le stesse case produttrici per evitare cause e perchè costrette lo scrivono sui pacchetti di sigarette.

Malgrado questo tanti continuano a fumare anche perchè la tossicodipendenza da nicotina è difficile da superare soprattutto se dietro esiste una controinformazione non dichiarata a favorese del fumo. 

Non credo che un corso FAD sui danni da fumo verrà mai acquistato da sanitari in quanto molti fumano però le aziende potrebbero acquistarlo e metterlo nel proprio panel di corsi...

In ambito sanitario il fumo di sigaretta ha una presa fortissima non so se qualcuno ha fatto studi nello specifico ma forse i motivi sono semplici del tipo avere 5 minuti di pausa e socializzazione senza essere additato come fannullone.

Il corso FAD territorio senza fumo offre degli strumenti per smettere e gli strumenti possono essere applicati con i colleghi i familiari o i figli e un azienda sanitaria illuminata e consapevole che il fumo di sigaretta è un danno grave per la salute dei propri dipendenti potrebbe inserirlo nel piano di formazione aziendale.

 

Territorio senza fumo, presentazione del progetto:

La disassuefazione dal fumo è uno dei più importanti interventi per il miglioramento della salute di una comunità - sulla quale ha effetti immediati - ed è la più importante misura terapeutica per i malati di patologie cardiorespiratorie croniche in tutti gli stadi della malattia.

Recenti dati epidemiologici sui fumatori italiani fanno dubitare che anche importanti interventi legislativi, come ad esempio la legge "Sirchia", possano avere effetti duraturi sulla riduzione della prevalenza del fumo, se non vengono accompagnati da interventi sanitari di offerta ai fumatori di servizi per la disassuefazione. Ciò perché nella maggioranza dei fumatori il fumo rappresenta una malattia, una tossicodipendenza vera e propria, determinata dall'azione di varie sostanze presenti nel fumo di tabacco, tra le quali, prima fra tutte ma non unica, la nicotina.
La disassuefazione dal fumo non è però ancora completamente entrata nella pratica clinica dei medici italiani, siano essi specialisti o MMG. Si tratta infatti di una materia non insegnata all'Università e non praticata nel lavoro quotidiano. Importanti acquisizioni in tema di neurobiologia della dipendenza da fumo di tabacco e di farmacoterapia del tabagismo, sono inoltre molto recenti e, per questa ragione, non sono ancora conosciute a sufficienza nell'ambito della medicina generale.

Il presente progetto ha l'obiettivo di fornire ai destinatari, gli strumenti necessari per introdurre la disassuefazione da fumo di tabacco nella loro pratica clinica quotidiana.

 

http://www.territoriosenzafumo.it/

 

senza fumo si sta meglio

Pin It
Accedi per commentare