I sistemi di tappini con raccordo a vite consentono di non utilizzare l'ago e di raccordare direttamente il deflussore con raccordo a vite.

La superficie del tappino è a contatto con l'esterno e quindi si contamina con le polveri ambientali, lo studio di laboratorio segnala una correlazione diretta con i tempi di disinfezione.

Alcune perplessità

 

Ci sono tanti modelli basta cercare con google immagini e li vedete, LINK, la superficie esterna generalmente è a contatto con l'ambiente esterno di solito essendo collegati al paziente che è a letto le polveri non mancano.

Se il needleless connector non viene sostituito è da disinfettare.

Ma perchè nell'articolo parlano di riduzione della migrazione batterica?

Il motivo è semplice, disinfettare significa ridurre la carica batterica ma non è equivalente a sterilizzare e quindi il raccordo di linee di infusione non rispetta il concetto di sterilità o di asepsi.

Il vantaggio è una scelta economica dato che una volta si usava raccordare direttamente alla linea di infusione considerando i tappini per quello che sono, tappini, però buttarli via tutte le volte e usarli come copertura di un raccordo sterile forse costava e quindi hanno adottato questi.

Comunque, prima dell'utilizzo è importante la disinfezione della superficie di raccordo.

LINK all'abstract segnalato dal gruppo IVteam

LINK all'abstract della rivista dove chi ha l'accesso aziendale può scaricare l'articolo.

 

 

 

{fcomment}

Pin It
Accedi per commentare