La frattura del CVC si può manifestare con dolore durante l'infusione

medicazione picc tappini

L'articolo pubblicato sulla rivista "European e-Journal of Clinical Nutrition and Metabolism", riporta un esperienza di due pazienti, portatori di CVC che hanno riferito un dolore localizzato.

Il dolore concomitante all'infusione non è stato sottovalutato e l'indagine ha mostrato la presenza di una frattura del CVC. 

La rottura del tratto extra-vascolare o intravascolare può essere dovuta all'uso inappropriato di dispositivi non "power injectable" oppure a manovre inadeguate nel lavaggio del catetere ad alte pressioni o di rimozione della medicazione usando taglienti. La rottura di un CVC comporta sempre la rimozione completa o la sostituzione su guida del catetere.

Un semplice case report può dare un'informazione importante per quelle situazioni rare che si presentano 1 o due volte nella vita professionale.

La dimostrazione che il dolore riferito è correlato alla rottura si ottiene rapidamente con una radiografia con mezzo di contrasto.

Il paziente riferisce un dolore atipico durante l'infusione, il primo ad esserne informato è l'infermiere, se c'è una correlazione durante l'infusione è necessario sospendere l'infusione, avvisare il medico e provvedere ad ulteriori indagini.

Le foto sono presenti come miniature nella pagina web dell'articolo preso in causa. (LINK).