buonanno

Caro lettore di Infermieri-Attivi il 2015 è passato, un anno che dal punto di vista del sito mi ha dato molte soddisfazioni oltre ogni mia aspettativa, circa 80.000 visitatori unici al mese mi dite che quello che faccio ha un senso.
Il sito cresce ancora, mi affiancherà mia figlia Alice per tutta la parte brigosa del sito, la gestione della pubblicità, degli annunci dei concorsi ecc.

Io ringrazio sempre per la pazienza, non scrivo da un ufficio, ma da casa e come ogni buon padre a sedere davanti al PC ti fermi ed ascolti le novità del giorno, ti interrompi e porti la figlia in palestra o dal moroso, poi riprendere la lettura o il filo è impegnativo.

​Se ci sono suggerimenti o correzioni da fare negli articoli e me li segnali te ne sono grato.

Un 2015 impegnativo, lavorando nel privato ho provato a riprendere con i Concorsi ma sono pochi però li faccio tutti si fa esperienza perchè sapere delle cose e riuscire ad esprimerle in un Quiz in una sede con migliaia di persone è impegnativo.

Un 2015 che si conclude promettendo ancora più difficoltà per il lavoro verso i neolaureati del 2016 per due motivi:

Primo il governo ha sbagliato a fare la partita iva agevolata, che per gli infermieri che lavorano negli ospedali privati vuol dire aprire una "falsa partita iva" dato che tanti lavorano a tempo piemo, per compensare il governo da degli incentivi ai datori di lavoro che assumono e quindi il settore privato sarà saturato nel 2015 inizio 2016 per chi ha una proposta a tempo indeterminato, accetti subito e lasci perdere la p.iva.

Secondo i concorsi, un dramma, ne escono sempre meno e cosa peggiore di tutte la Puglia, Taranto fa un concorso e lo annulla, resta Bari che forse diventa un concorso regionale, qualcuno nota l'assurdità, il dramma e la presa in giro?

Il collega di Taranto che non ha fatto Bari si potrebbe trovare a non poter accedere a nessun concorso perchè le ASL della Puglia possono attingere dalla graduatoria di Bari, quindi quello di Bari potrebbe essere l'unico concorso che fa la Puglia fino al 2018. Poi se uno vince un concorso si potrebbe trovare che volendo andare a Bari viene inviato a Taranto o così o passano a quello dopo.

Ma a Bologna non si sta meglio, ci sono voci di un concorso in arrivo (l'ultimo è del 2009) e si farà, hanno finito la mobilità, ASL Bologna ha finito la graduatoria e attinge dal Sant Orsola e il Rizzoli è vicino a finirla anche lui, ma si parla di un concorso unico fra le 3 principali aziende sanitarie. Ho sentito un Hiuppy che bello! Ma una data unica vuol dire una possibilità sola per entrare e poi i laureandi resteranno in giro per 3-4 anni, per cosa?

Perchè ai concorsi si spostano in 10.000 per forza non fanno concorsi, se bologna ne facesse 3 di concorsi ovvio che ogniuno sceglie quello che preferisce, ma parlano di ridurre i costi, ha senso affrontare le spese per un concorso da 10.000 persone per selezionarne 311 come a Milano? Non credo.

 

Vabbè tanti colleghi il lavoro ce l'hanno e sono tranquilli, o si sono abituati ad avere diritti cancellati tanto che è dovuta intervenire l'Europa per ricordarci che ce li hanno tolti.

Eppure siamo in prima linea a lavorare per il diritto alla salute dei cittadini e dei nostri, qualcuno si ricorda che non siamo numeri, non siamo solo unità infermieristiche ma siamo i sigg.ri infermieri che tirano avanti l'Azienda.

Cosa dire per un Buon 2016 ci vorrebbe un CCNL rinnovato, latitante da oltre 5 anni.

Ma siamo infermieri ed abbiamo sempre tanta pazienza.

Buon anno, buon 2016

Pin It