La domanda del concorso a 10 posti cps infermiere di Cosenza può essere inviata per mail PEC, ma questa ieri, oggi e sicuramente anche domani è e sarà bloccata.

La colpa non è un errore di chi invia, ma di chi ha acquistato il servizio PEC della mail ufficio.concorsi@pec.aocs.it prendendo una mail non adeguata alle esigenze dei concorsi e di fatto ha bloccato la possibilità di invio per 3 giorni su 30.

Sabato mi ha avvisato Stefano avvisandomi che non riusciva ad inviare il concorso, quindi oggi ho provato anch'io, il risultato:

avviso mancata consegna PEC

La mail che ho inviato era anche senza allegati ma non importa la loro casella mail PEC è piena ed è stata rifiutata.

A cosa serve la mail PEC di un ufficio concorsi?

La Posta Elettronica Certificata (PEC) consente di inviare e-mail con valore legale equiparato ad una raccomandata con ricevuta di ritorno,(DPR 11 Febbraio 2005 n.68), quindi consente all'ufficio concorsi di offrire un servizio pubblico 24 ore su 24, per ricevere le domande dei partecipanti, ma in questo caso il servio è chiuso per almeno 3 giorni su 30.

Perchè la mail PEC si è bloccata?

Il funzionamento della mail PEC è riassumibile con un immagine:

funzionamentoPEC aruba

Tratta dal sito Aruba.it (LINK)


 


In pratica invio la mail PEC che arriva al gestore che mi ha venduto il servizio, quindi il mio gestore la firma la crittografa e la consegna al gestore del destinatario in questo caso l'azienda ospedaliera di Cosenza.

L'AO ha anche chiesto che la domanda fosse in un allegato delle dimensioni massime di 4 MB, piccolo rispetto all'Umberto I che lo consentiva di 30MB, la casella PEC dell'AO di Cosenza potrebbe essere di quelle di tipo commerciale, con uno spazio per le mail e uno per l'archivio.

Guardando su ARUBA (LINK) la dimensione massima delle PEC è di 2GB e poi ci sono servizi ulteriori per l'archivio, ma passare una mail dallo stato di posta in arrivo ad archiviata è un passaggio che può essere impostato o fatto manualmente.

In questo caso non hanno pensato che se tutti i giorni controlli la PEC e sei al limite, cosa succederà se l'ultimo giorno è un Martedì... che si blocca.

Come organizzarsi?

L'invio della domanda del concorso può essere fatta anche per posta raccomandata, ma se Martedì 2 Maggio si è al lavoro o ci sono altri impegni è necessario organizzarsi prima dato che dal 2 maggio, quando tornano al lavoro gli operatori e gli informatici potrebbe essere possibile un invio.

L'ideale è preparare la mail PEC e salvarla nelle bozze, salvare almeno 3 bozze con allegato e testo pronte per l'invio, in questo modo il 2 maggio alla mattina è possibile fare l'invio da cellulare  e provare ad orari diversi.

Se l'AO fosse in grado di capire il disservizio creato potrebbe allungare la possibilità di invio della domanda per 2 o 3 giorni, ma non è così scontato.

Gli interessati potrebbero anche segnalare il disservizio alla mail dell'IPASVI di Cosenza (LINK).

Pin It
Accedi per commentare