Selezione pubblica per il conferimento, ai sensi dell’art. 15 octies D. Lgs. 502/92 e s.m.i., di n. 1 incarico di Collaboratore Professionale Sanitario Infermiere cat. D per il DH Oncologico dell’Ospedale di Guastalla Pubblicata sul BUR RER n. 117 del 02/05/2013 Scadenza presentazione domande 17/05/2013 

Ho trovato diversi protocolli aggiornati sulla gestione del catetere venoso centrale, un protocollo operativo, edito dall'AUSL 12 di Viareggio un protocollo operativo di 11 pagine che concentra tutte le indicazioni principali per la gestione del CVC, un protocollo un po più esteso è quello dell'ASL di Treviso, uno sulla gestione del catetere venoso centrale, un documento di 40 pagine...

La procedura mostra le fasi del posizionamento di un accesso venoso periferico o centrale nel neonato, dalle immagini è possibile capire immediatamente la delicatezza della tecnica e quindi alla fine del documento non si può non fari i complimenti ai colleghi che lavorano in TIN.

La procedura è edita dall'AOU di Sassari.

L'eutanasia, una scelta importante che si può fare una sola volta, a metà aprile un ex magistrato aveva scelto di andare in Svizzera per avere la dolce morte, i familiari all'oscuro di tutto e ipotesi di depressione.

Oggi la scelta è tornata alla ribalta per la scelta di Piera di farsi accompagnare in Svizzera e sostenere la campagna Eutanasia Legale, per i TG negli ospedali italiani l'eutanasia è già praticata ma come infermieri cosa facciamo...

Emergency è una realtà importantissima e primaria, si attiva per erogare assistenza sanitaria gratuita in paesi dove c'è bisogno.

Per fare questo hanno bisogno di risorse economiche ed umane, di volontari, cercando nel sito ho letto che sono attivi in un paese dove nel 2006 avevano un poliambulatorio, nel 2010 un altro e nel 2012 hanno aumentato l'attività.

Emergency sta aumentando la sua attività in Italia...

 

Il PICC è un catetere venoso centrale ad inserzione periferica, la tecnica di impianto ha subito delle modifiche negli ultimi 10 anni.

Gli elementi che hanno contribuito al mutare della tecnica nel tempo sono stati, le conoscenze sulle complicanze, la disponibilità di infermieri che ne hanno contribuito alla diffusione e molto importanti le possibilità tecnologiche che vengono messe a disposizione.

 

Come infermieri lavoriamo in comunità gerarchiche, complesse o semplici, articolate o lineari, numerose o meno, c'è una varità di situazioni che si creano perchè devono soddisfare le diverse necessità di salute.

Un elemento comune è il tempo e se diciamo che è passata un ora tutti sappiamo che sono passati 60 minuti, ma percepiamo tutti lo stesso tempo?