studentiLe professioni sanitarie sono fra i corsi di laurea ad accesso programmato, l'iscrizione deve essere effettuata dal 13 luglio al 21 agosto 2018 ore 13.00, successivamente la prova di ammissione si svolgerà il 12 settembre 2018.

Tante le università disponibili, rinomate o meno, quale scegliere è una priorità motivazionale, ma c'è tempo, mentre il tempo per preparasi al test d'ammissione sta scadendo, settembre si avvicina e ci si deve rimboccare le maniche.

 

Ecco quali corsi sono compresi tra le professioni sanitarie e i posti disponibili a livello nazionale:

Classe SNT/1

Corsi di laurea

Infermieristica 14.758

Ostetricia 792

Infermieristica pediatrica 159

Classe SNT/2

Corsi di laurea

Podologia 115

Fisioterapia 2045

Logopedia 756

Ortottica e assistenza oftalmologica 222

Terapia della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva 337

Tecnica della riabilitazione psichiatrica 354

Terapia occupazionale 200

Educazione professionale 674

Classe SNT/3

Corsi di laurea

Tecniche audiometriche 60

Tecniche di laboratorio biomedico 762

Tecnica di radiologia per immagini e radioterapia 736

Tecniche di neurofisiopatologia 120

Tecniche ortopediche 162

Tecniche audioprotesiche 304

Tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare 173

Igiene dentale 659

Dietistica 344

Classe SNT/4

Corsi di laurea

Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro 679

Assistenza sanitaria 372

Nel sito del MIUR link puoi trovare il i posti disponibili a livello nazionale per le professioni sanitarie a livello locale possono poi essere aggiunti altri posti.

Il primo step è cercare il bando ufficiale dell'università, attraverso il sito MIUR cerca università l'elenco delle Università che hanno i corsi delle professioni sanitarie:

Università Politecnica delle MARCHE

Università degli Studi di BARI "Aldo Moro"

Università degli Studi di BOLOGNA

Università degli Studi di BRESCIA

Università degli Studi di CAGLIARI

Università degli Studi di CATANIA

Università degli Studi "Magna Graecia" di CATANZARO

Università degli Studi "G. d'Annunzio" CHIETI-PESCARA

Università degli Studi di FERRARA

Università degli Studi di FIRENZE

Università degli Studi di FOGGIA

Università degli Studi di GENOVA

Università degli Studi INSUBRIA Varese-Como

Università degli Studi de L'AQUILA

Università degli Studi di MESSINA

Università degli Studi di MILANO

Università degli Studi di MILANO - BICOCCA

Università Cattolica del Sacro Cuore

Libera Università "Vita Salute S.Raffaele" MILANO

Università degli Studi di MODENA e REGGIO EMILIA

Università degli Studi del MOLISE

Università degli Studi di NAPOLI "Federico II"

Università degli Studi della Campania "Luigi Vanvitelli"

Università degli Studi di PADOVA

Università degli Studi di PALERMO

Università degli Studi di PARMA

Università degli Studi di PAVIA

Università degli Studi di PERUGIA

Università degli Studi del PIEMONTE ORIENTALE "Amedeo Avogadro"-Vercelli

Università di PISA

Università degli Studi di ROMA "La Sapienza"

Università degli Studi di ROMA "Tor Vergata"

Università "Campus Bio-Medico" ROMA

Università degli Studi di SALERNO

Università degli Studi di SASSARI

Università degli Studi di SIENA

Università degli Studi di TORINO

Università degli Studi di TRIESTE

Università degli Studi di UDINE

Università degli Studi di VERONA

La lettura del bando è importante per identificare tutti i fattori utili, ad esempio:

come fare l'iscrizione online,

come trasferirsi ad un altro corso,

dove sono le segreterie,

la data di pubblicazione dei risultati della prova di ammissione,

come vengono effettuati i ripescaggi,

dov'è la sede del corso.

Nel bando, se si pensa ad infermieristica, sono elencate ove disponibili, le sedi distaccate e come scegliere, un giro per vedere il posto e su facebook o nei forum per chiedere cosa ne pensano è un occasione.

Il bando da indicazioni anche sulla prova di ammissione e come ci si deve comportare, all'interno, ci sono indicazioni specifiche, ad esempio il bando di Bologna riporta:

I candidati potranno portare con sé solo una bottiglia d’acqua di 500 ml e uno snack confezionato e integro. Per i candidati che debbano utilizzare dispositivi medicali si rimanda al paragrafo 4, RICHIESTA DI ADATTAMENTI ALLA PROVA DI AMMISSIONE AI CORSI DI STUDIO.   

L'informazione sopra può sembrare una sciocchezza, ma se il 12 settembre sarà una giornata di sole e vi faranno lasciare la bottiglia da 1,5 l di acqua, sarà un dramma.

I test precedenti può provarli gratuitamente nella sezione premium (LINK), oppure scaricare i test delle professioni sanitarie degli anni precedenti (non consentono di mettersi alla prova perchè le risposte sono indicate).


Nel bando ufficiale del MIUR (link), vengono date le specifiche sulla prova: le materie, il punteggio e la penalità in caso di risposta errata, e il tempo a disposizione, 100 minuti

Ogni università ha anche un suo bando in cui specifica il numero esatto di posti disponibili, (se non è presente sarà aggiornato a breve) le date e le tasse da versare, a questo link del sito Alphatest ci sono i bandi delle università.

 

Cosa scegliere? 

Prova ad immaginare che lavoro vorrai fare dopo la laurea, un lavoro che non si conosce, non è facile, si dovrebbe conoscere il futuro oppure si provano a raccogliere informazioni.


Il piano didattico è da leggere, comprende gli insegnamenti dei 3 anni, debbono piacere le materie, almeno la maggioranza, in alcuni corsi di laurea sono previsti degli esami a scelta dello studente.
Leggendo il piano didattico delle diverse professioni sanitarie, si nota che il primo anno è un’infarinata delle materie di base come istologia, farmacologia, anatomia, ma anche pedagogia e psicologia.

Alla fine del primo anno, già iniziano gli esami più specifici e specializzanti.

Ad esempio nella laurea di infermieristica è previsto come insegnamento scienze infermieristiche generali e applicate, nella laurea in ostetricia è previsto l’esame in ostetricia 1.
Molto importante leggere bene il piano didattico e farsi un’idea delle materie da affrontare ma anche degli esami propedeutici da dare subito.

Gli esami propedeutici infatti, sono esami necessari, senza i quali non viene convalidato l’esame successivo. 

 

Il tirocinio

Le professioni sanitarie già dal primo anno prevedono il tirocinio che, come scritto sopra, permette di mettere in pratica le proprie conoscenze e di formarsi al meglio e in modo completo applicando le tecniche imparate.

Con il passare degli anni aumentano le ore di tirocinio, e questo complica un po’ le cose allo studente che si troverà a lavorare per diverse ore, e dovrà continuare a studiare per completare il corso di studi.
Infermieristica, in particolare, prevede che gli studenti affrontino il turno di notte, perché non è insolito per un infermiere lavorare la notte.
Durante il tirocinio, lo studente, deve affiancare un professionista esperto, apprendere le competenze professionali, il ragionamento diagnostico e il pensiero critico.

 

Comunque, adesso la prima fase è superare il test di ammissione e per prepararsi è necessario scegliere un volume sui quiz recente (LINK Amazon) da affrontare regolarmente e con progressione, se non si è forti nella parte teorica, aggiungere un manuale con i contenuti.

 

Per fare delle simulazioni del test di ingresso online, e gratis puoi andare a questo link

 

 

Pin It
Accedi per commentare