quizPreparare lo studio di un concorso richiede di portare avanti in contemporanea lo studio delle 4 prove.
Le prove di un concorso a tempo indeterminato per infermiere sono: la preselezione, la prova scritta, la prova pratica e l'orale.
Ha senso consigliare di prepararsi per un concorso?


La risposta è si, dato che un concorso tipo che ha la preselezione questa può bloccare anche dal 40 all'80% degli iscritti, mentre i concorsi che non hanno la preselezione non devono essere sottovalutati dato che alla fine meno del 20% degli infermieri iscritti vengono messi in graduatoria.

La preselezione è la prima delle prove a cui si può essere sottoposti e può essere con domande di tre tipi:

cultura generale,

infermieristica e normativa sanitaria,

o mista.

Le prove hanno due elementi di difficoltà, la numerosità delle domande, se e la numerosità delle risposte.

La prova con un alto numero di domande può portare ad errori per stanchezza.

La prova con un alto numero di risposte è più difficile di una con 3 risposte.
La preselezione non è sempre presente e dipende dal bando, molte volte è riportato che la prova si farà solo se si supera un certo numero di iscritti, il bando spesso ne esplicita anche la tipologia.
Altro elemento della preselezione è il punteggio necessario per superare la prova, 21/30 è sempre il minimo per superarla ma se il numero di candidati è alto possono scegliere di ammettere un numero di canditati più i parimerito con l'ultimo, questo la rende più difficile perchè il punteggio minimo si alza a seconda della bravura dei candidati.

La prova scritta di solito è di 30 domande per gli argomenti specifici del posto a concorso.

Controllare sempre il bando, riporta il numero di domande e il tempo, se sono 40 o 50 domande si cambia la preparazione.

La prova pratica è uno scritto molto variabile a volte le risposte sono chiuse altre volte aperte, anche qui cambia la preparazione rispetto alla prova scritta.

La prova orale è spesso considerata la più facile e proprio la sottovalutazione fa si che dal 10 al 20% dei colleghi a non riescano a superarla.

Queste 3-4 prove vanno preparate pensando non solo di apprendere le tante nozioni ma anche qualcosa per fare al meglio i quiz ed essere in condizione di sapere se si è pronti o meno.

I pensieri negativi come anche gli entusiasmi eccessivi sono deleteri.

Mi spiego:
Non prepararsi perche tanto vincono i soliti è sciocco e pregiudizievole in questo modo quasi sicuramente non si supererà la prova rafforzando i pregiudizi. Allo stesso modo non prepararsi perché un collega ti dice che è facile ti porterà a sottovalutare la tua prova.

Il risultato di una prova di concorso sia esso successo o insuccesso è un mix di fattori unici che partono dalla preparazione individuale attraverso fattori determinati dalle scelte fatte dalla commissione sia come prova ma anche come luogo della prova.

Questo però non esclude che ci sono elementi comuni da identificare per prepararsi al meglio.


Lo so tutte chiacchiere per cercare di rendere l'idea che prepararsi per un concorso da soli non è semplice.

Quando si acquista un libro (LINK) spesso si fanno le domande scrivendo sullo stesso e quindi non può più essere riutilizzato, sul sito premium dedicato ai quiz puoi scaricare un foglio da usare per esercitarsi Foglio-risposte.pdf.

La preparazione di una sola prova per volta può far si che non ci sia poi tempo per preparare le altre, quindi preparare tutte le prove contemporaneamente consente di dedicare più tempo alla preparazione del concorso.

La preparazione dei quiz può essere un momento per preparare anche la prova orale, per fare questo è necessario identificare le lacune e superarle.

I quiz online sono utili per avere un idea della propria preparazione, usando il foglio risposte che ho realizzato puoi monitorare i tuoi progressi.

Pin It
Accedi per commentare